Prima Pagina | Politica società diritti | APA E SCAPECCHI (FORZA ITALIA): I CENTRI DI AGGREGAZIONE SOCIALE NON SONO PROPRIETA' DEL PARTITO DEMOCRATICO. REPLICA: POLEMICA INUTILE E STRUMENTALE

APA E SCAPECCHI (FORZA ITALIA): I CENTRI DI AGGREGAZIONE SOCIALE NON SONO PROPRIETA' DEL PARTITO DEMOCRATICO. REPLICA: POLEMICA INUTILE E STRUMENTALE

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
APA E SCAPECCHI (FORZA ITALIA): I CENTRI DI AGGREGAZIONE SOCIALE NON SONO PROPRIETA' DEL PARTITO DEMOCRATICO. REPLICA: POLEMICA INUTILE E STRUMENTALE

 

 
Scrivono i due consiglieri comunali:  "Abbiamo appreso casualmente dalla pagina Facebook del candidato del PD, Marco Donati, che è in programma per domani sera un incontro dello stesso presso il Centro di aggregazione sociale di Quarata.
 
Non sappiamo se l'incontro è stato organizzato dal suo comitato elettorale o dal partito, quello di cui siamo certi è che un evento del genere viola il regolamento dei Centri di aggregazione del Comune di Arezzo. Tuttavia non crediamo sia necessario un regolamento per capire che in campagna elettorale non si può utilizzare un immobile pubblico per interessi di parte. I centri di aggregazione sociale sono un patrimonio di tutti e non è accettabile che ancora oggi una certa parte politica voglia appropriarsene in barba alle più basilari norme, prima che scritte, di buon senso.
 
Abbiamo immediatamente interessato gli uffici comunali preposti per chiedere di ristabilire il rispetto delle regole. Ci preme comunicare a tutti i centri di aggregazione sociale del territorio che, qualora lo ritengano opportuno, tutti i candidati di Forza Italia sono disponibili a partecipare ad incontri con la cittadinanza insieme alle altre forze politiche che partecipano alla campagna elettorale, mentre a Donati e al PD facciamo appello al rispetto delle regole e a non sottrarsi al confronto".
 

Il Comitato elettorale di Donati così replica su incontro pubblico a Quarata: "I consiglieri Apa e Scapecchi hanno mosso una polemica inutile e strumentale.

Già da ieri la sede dell'incontro pubblico alla quale è stato invitato il candidato al collegio uninominale di Arezzo Marco Donati è stata modificata superando la semplice svista degli organizzatori. L'iniziativa si terrà questa sera al circolo tennis di Quarata alle 21 con l'augurio che possano partecipare tanti cittadini per mettere a fuoco le problematiche della zona.

Soluzioni ai temi del lavoro, dell'economia, della salute, e del welfare, delle infrastrutture e dell'ambiente: questo chiedono le persone, non polemiche inutili.

La nuova legge elettorale prevede l'elezione diretta da parte dei deputati attraverso il collegio uninominale e Donati interpreta al meglio questa campagna elettorale, così come ha sempre fatto, incontrando cittadini, associazioni e imprese del territorio aretino.

Ci auguriamo, senza polemica, che anche il candidato Maurizio D'Ettore, sostenuto da Apa e Scapecchi faccia altrettanto. Forza Italia provi a portare il suo candidato tra i cittadini a spiegare cosa vuole fare e non trasformi la campagna elettorale in una rissa da talk show che non interessa a nessuno".

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0