Prima Pagina | Politica società diritti | Alessio Mattesini: “Un gesto inqualificabile l'atto vandalico nell'area dedicata a ebrei aretini e Shoah”

Alessio Mattesini: “Un gesto inqualificabile l'atto vandalico nell'area dedicata a ebrei aretini e Shoah”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Alessio Mattesini: “Un gesto inqualificabile l'atto vandalico nell'area dedicata a ebrei aretini e Shoah”

Il 27 gennaio ad Arezzo, la deposizione della corona di alloro per il Giorno della Memoria

Anche il presidente del Consiglio Comunale Alessio Mattesini, in apertura dei lavori dell'assemblea, ha voluto unirsi alla condanna del gesto “inqualificabile” che ha visto protagonista l'area dove sorge l'albero ed è collocata la targa commemorativa del cimitero ebraico ad Arezzo e che assume una valenza più ampia come memoria della Shoah. “A ridosso del Giorno della Memoria, un atto del genere merita solo condanna senza appello. Sono fiero di parlare a nome di tutto il Consiglio Comunale e a proposito di Consiglio, in virtù del gemellaggio con la città polacca di Oswiecim siglato nel 2009, ricordo che una delegazione presenzierà alle celebrazioni del 73° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Con il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini e l'assessore Marco Sacchetti saranno infatti a Oswiecim Egiziano Andreani, Giovanni Bonacci, Alessandro Caneschi, Paolo Lepri e Angelo Rossi”.

E anche ad Arezzo, sabato 27 gennaio, Giorno della Memoria, si terrà la tradizionale cerimonia alle 12 con la deposizione della corona di alloro nell'area del parco Ducci dove sorgono albero e targa e che testimoniano di un passato in cui anche in città esisteva un'area di sepoltura ebraica. Sarà presente il sindaco Alessandro Ghinelli.

 
 
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0