Prima Pagina | Cronaca | Si ustiona con l'acol, portata a Pisa con Pegaso

Si ustiona con l'acol, portata a Pisa con Pegaso

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Si ustiona con l'acol, portata a Pisa con Pegaso

E' l'incidente domestico costato carissimo ad una signora di 56 anni di Camucia

Si è bruciata il viso, il collo, le mani, il petto e la pancia. Il 30% del corpo è bruciato con ustioni di secondo grado.

E' partito subito l'allarme e sul posto sono arrivati i soccorritori del 118, su un'ambulanza con medico a bordo. e anche i vigili del fuoco.

Già al telefono gli operatori al filtro delle chiamate avevano capito come le condizioni della donna fossero piuttosto gravi e per questo avevano allertato anche il Pegaso. L' elicottero ha atteso l'ambulanza sul piazzale esterno dell'ospedale della Fratta e ha portato la donna al centro grandi ustionati di Pisa.

In base alle prime ipotesi la donna avrebbe tentato di pulire e poi disinfettare con l'alcol forse un paio di forbici: e la vicinanza alla fiamma avrebbe come al solito trasformato il liquido in una bomba che l'ha investita in pieno. La prognosi naturalmente è riservata

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0