Prima Pagina | Cronaca | Per una vita che arriva, un’altra se n’è andata. La morte di Betty Villa

Per una vita che arriva, un’altra se n’è andata. La morte di Betty Villa

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Per una vita che arriva, un’altra se n’è andata. La morte di Betty Villa

Molto attiva nel gruppo dei radicali aretini di Liberaperta "la porteremo per sempre nel cuore".

 

 

 

 

 

 

E’ spirata ieri sera Betty Villa, la nonna del neonato che la città intera ha festeggiato il giorno di capodanno.

Membro attivissimo e partecipe della Fiab, gli amici della bici, è stata una sportiva di razza che si è sempre mantenuta in grande allenamento fisico.

Amica personale, piu’ volte ci ha fatto godere di una ospitalità squisita e disinteressata. 

Voglio ricordarla con le parole del presidente di Liberaperta: "Ciao Betty, ti prometto che cercheremo di lasciare un mondo migliore".

La FIAB ha deciso di annullare la “Befana in bicicletta” che avrebbe coinciso peraltro con l’ultimo saluto.

 

A breve il comunicato ufficiale

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0