Prima Pagina | Politica società diritti | VASAI: “NUOVA LINFA ALLE PROVINCE, FINALMENTE RICONOSCIUTO IL NOSTRO RUOLO”

VASAI: “NUOVA LINFA ALLE PROVINCE, FINALMENTE RICONOSCIUTO IL NOSTRO RUOLO”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
VASAI: “NUOVA LINFA ALLE PROVINCE, FINALMENTE RICONOSCIUTO IL NOSTRO RUOLO”

Il Presidente della Provincia di Arezzo commenta positivamente le novità della Legge di Bilancio 2018 all'esame del Parlamento


“Dopo anni di difficoltà, e anche di amarezze, dalla legge di bilancio arrivano finalmente segnali positivi per le Province e, soprattutto, per strade e scuole del nostro territorio”. Il Presidente della Provincia Roberto Vasai commenta le novità emerse in fase di approvazione della legge di bilancio in Parlamento, che consentirà finalmente alle Province di tornare a svolgere il proprio compito con possibilità anche di programmare il proprio lavoro. “Come ha già detto il Presidente nazionale dell'Upi Variati non sarà facile, perché questi anni hanno provocato ferite profonde e una situazione di emergenza, ma finalmente il ruolo degli enti intermedi previsto dalla Costituzione è stato nuovamente riconosciuto, così come l'importanza dei servizi che forniamo ai cittadini – afferma ancora Vasai. Mi permetto di dire a chi anche oggi afferma il contrario che in questi anni abbiamo lavorato per garantire sia un livello minimo di servizi a cittadini e studenti, sia facendo sentire la nostra voce e sollecitando i vari governi e tutte le forze politiche a mettere fine a questa situazione, soprattutto dopo l'esito referendario. Siamo rimasti al nostro posto, pur non avendo alcun tipo di riconoscimento economico, proprio perché eravamo certi che stando nelle Istituzioni e difendendone la credibilità, e non fornendone un'immagine distorta che è anche lesiva della professionalità dei nostri dipendenti che, ogni giorno, si impegnano a garantire i servizi, si potessero ottenere risultati. Oggi posso dire che la Provincia del futuro, che sarà guidata da un Sindaco, sarà uno strumento che potrà fornire servizi efficaci a tutti i Comuni e ai cittadini, potrà tornare a assumere personale e garantirà quella efficienza e quella efficacia che, mi permetto di dire, è stata sempre la caratteristica del nostro ente fino a quando ci hanno consentito di farlo. Non mi interessa quindi fare polemica con chi, magari solo per un po' di visibilità, oggi sottolinea cose diverse e colgo anzi l'occasione per fare gli auguri di buon Natale e felice anno nuovo a tutti i nostri cittadini”, conclude il Presidente Vasai. La manovra finanziaria all'esame del Parlamento, come sottolineato dal Presidente dell'Upi,  ha assegnato risorse per 317 milioni al funzionamento degli enti, con 30 milioni aggiuntivi per quelli che nel frattempo erano stati costretti a dichiarare il dissesto, ed ha istituito un fondo pluriennale di 1 miliardo 620 milioni che servirà a restituire dignità alla viabilità provinciale e ad avviare il primo piano di investimenti sui 130 mila chilometri di strade e sui 30.000 ponti, gallerie, e viadotti gestiti da Province e Città metropolitane. Sarà inoltre possibile assumere in via prioritaria, in una logica di sostenibilità finanziaria, personale tecnico e amministrativo indispensabile per tornare a progettare e lavorare per le opere pubbliche.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0