Prima Pagina | Cronaca | 25 anni a padre Gratien

25 anni a padre Gratien

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
25 anni a padre Gratien

Padre Graziano è stato condannato dalla corte d'assise d'appello di Firenze a 25 anni di carcere. Con questa condanna la corte ha parzialmente riformato la sentenza di primo grado, che aveva inflitto una pena al religioso di 27 anni.



E' questa la sentenza del processo d'appello a padre Alabi Gratien, conosciuto come padre Graziano, accusato dell'omicidio di Guerrina Piscaglia, 50 anni, allontanatasi dalla sua abitazione di Ca' Raffaello, nel comune di Badia Tedalda (Arezzo), l'1 maggio 2014 per dirigersi in parrocchia e da allora scomparsa nel nulla.

In primo grado, il 24 ottobre 2016, la Corte di assise di Arezzo aveva condannato il sacerdote, che secondo l'accusa avrebbe avuto una relazione sentimentale con la sua parrocchiana Guerrina, a 27 anni di reclusione.

Il sacerdote congolese sta scontando gli arresti domiciliari in convento con il braccialetto elettronico. In vista del processo di appello, nei giorni scorsi il Tribunale di sorveglianza ha concesso l'autorizzazione dello sgancio del braccialetto elettronico per seguire le udienze.

Questa mattina è presente in aula anche Mirco Alessandrini, il marito di Guerrina Piscaglia, parte civile nel processo. Nell'udienza di questa mattina Luciana Piras, sostituto procuratore generale, nella requisitoria ha ripercorso la vicenda giudiziaria che ha portato alla condanna di padre Graziano.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0