Prima Pagina | Lo Sport | Impresa sotto il diluvio. Doppietta del Mosca, gol di Foglia. Espugnata l'Arena (2-3)

Impresa sotto il diluvio. Doppietta del Mosca, gol di Foglia. Espugnata l'Arena (2-3)

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Impresa sotto il diluvio. Doppietta del Mosca, gol di Foglia. Espugnata l'Arena (2-3)

A distanza di diciannove anni dall'ultima volta, gli amaranto tornano a vincere in casa del Pisa, che in campionato veniva da sedici partite senza sconfitte. Il capitano apre le segnature con un funambolismo dei suoi sul terreno allentato, poi raddoppia il centrocampista. Nella ripresa i nerazzurri si riversano in avanti ma non bastano le reti di Carillo e Negro: il Mosca firma un altro gioiello e l'Arezzo conquista tre punti pesantissimi

 

 

Pioggia battente all'Arena Garibaldi per il derby tra Pisa e Arezzo. Il campo si presenta molto appesantito e sarà un fattore determinante per la partita. Pazienza conferma il collaudato 4-3-3, con Giannone nel tridente insieme a Eusepi e Masucci. Pavanel invece, costretto a rinunciare a Cenetti e Yebli, rispolvera il 3-5-2 con Muscat nel terzetto difensivo.

Dai primi minuti si capisce subito che sarà una gara sui generis. Portare palla in certe zone è praticamente impossibile e difatti abbondano i lanci lunghi a cercare le punte. Si gioca quasi solo d’agonismo e di fisico, con Borra che tra il 21’ e il 22’ va in uscita alta e si scontra con Masucci e Carillo: Sozza fa proseguire nel primo caso, fischia fallo nel secondo. Il primo tiro amaranto è di Corradi al 24’: diagonale fuori.

Poco dopo i tifosi amaranto fanno il loro ingresso nel settore ospiti, giusto in tempo per vedere Moscardelli inventarsi un funambolismo dei suoi: Petkovic rinvia male fuori area, la palla sbatte su Ingrosso e finisce sul sinistro del capitano che da trenta metri, a porta vuota, la infila in fondo al sacco. Il Pisa reagisce senza veemenza, anche perché il pantano non aiuta. Il vantaggio invece rasserena l'Arezzo che al 35' raddoppia: Cutolo, ben servito da Corradi, trova il varco a sinistra e crossa per Luciani, anticipato da Izzillo. La palla resta in zona tiro e Foglia di piattone sinistro la mette in rete. Raddoppio amaranto con il settore in festa.

Brivido al 41'. Sugli sviluppi di un corner, sponda di Eusepi e tiro al volo di Ingrosso: palla alta e sospiro di sollievo per Pavanel. L'arbitro manda le squadre al riposo senza neanche un minuto di recupero e con l'Arezzo avanti 2-0.

Pisa subito arrembante in avvio di ripresa. Borra ferma alla grande Eusepi nell'uno contro uno, poi gli amaranto si salvano con qualche ansia nella mischia che ne viene fuori. Pazienza nell'intervallo ha tolto Izzillo e inserito Negro per aumentare la spinta offensiva. Al 4' Masucci la mette dentro su assist di Gucher ma è tutto fermo: l'attaccante era in fuorigioco. Al 12', però, il Pisa accorcia veramente: angolo di Negro, deviazione vincente di Carillo e match che si riapre.

Ma dura poco: al 14' Luciani e Cutolo duettano a destra, il terzino la mette dentro per Foglia che con un velo libera il mancino di Moscardelli. Tiro radente che gonfia la rete alle spalle di Petkovic. E sono 8 per il Mosca in campionato. 

Pazienza fa entrare anche Peralta e Di Quinzio, mentre Pavanel spreme gli undici in campo perchè la panchina è corta. L'Arezzo comunque controlla senza affanni fino al 26', quando Negro si beve prima Rinaldi, poi Muscat e infila Borra sul suo palo da distanza ravvicinatissima. Il derby si riapre a venti minuti dalla fine.

Pavanel a poco più di dieci minuti dal termine rimpiazza Muscat e Cutolo con Talarico e Di Nardo. Il finale di gara è uno stillicidio di emozioni, con il Pisa che preme e l'Arezzo arroccato dietro. Mannini di testa sfiora il gol, Eusepi da fuori area scheggia il palo. Pavanel dà spazio anche a D'Ursi e Disantoper avere un po' di energie da spendere in zona cesarini.

Dopo tre minuti di recupero, Sozza fischia la fine. A distanza di diciannove anni dall'ultima volta, gli amaranto tornano a vincere in casa del Pisa, che in campionato veniva da sedici partite senza sconfitte. E sono tre punti pesantissimi.

 

Pisa. Stadio ''Arena Garibaldi Romeo Anconetani'', ore 18.30.

PISA (4-3-3): 22 Petkovic; 2 Birindelli (41' st 18 Zammarini), 28 Ingrosso, 13 Carillo, 7 Mannini; 30 De Vitis (22' st 10 Di Quinzio), 27 Gucher, 19 Izzillo (1' st 29 Negro); 17 Giannone (15' st 11 Peralta), 23 Eusepi, 26 Masucci.

A disposizione: 32 Voltolini, 4 Lisuzzo, 8 Maltese, 9 Cuppone, 14 Cernigoi, 21 Nacci, 25 Favale, Balduini. 

Allenatore: Michele Pazienza.

AREZZO (3-5-2): 22 Borra; 13 Muscat (33' st 2 Talarico), 3 Rinaldi, 5 Varga; 16 Luciani, 8 Foglia, 18 De Feudis, 7 Corradi (41' st 27 Disanto), 4 Sabatino; 9 Moscardelli (41' st 17 D'Ursi), 10 Cutolo (33' st 19 Di Nardo).

A disposizione: 1 Ferrari, 11 Cellini, 24 Gerardini, 25 Quero, 26 Franchetti.

Allenatore: Massimo Pavanel.

Indisponibili: 6 Yebli, 14 Ferrario, 18 De Feudis, 21 Benucci, 23 Criscuolo. Diffidati: Corradi, Rinaldi, Sabatino.

ARBITRO: Simone Sozza di Seregno (Marco Trinchieri di Milano - Alessandro Pacifico di Taranto).

NOTE: spettatori presenti 2.500 circa. Ammoniti: st 43' Borra. Angoli: 5-2. Recupero tempi: 0' e 3'

RETI: pt 24' Moscardelli, 35' Foglia; st 12' Carillo, 14' Moscardelli, 26' Negro

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0