Prima Pagina | Territori | FALSE DICHIARAZIONI

FALSE DICHIARAZIONI

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
FALSE DICHIARAZIONI

Il Sindaco Agnelli quando parla di GARANTISMO, riferendosi alla vicenda “Concettoni/Lachi”, non dovrebbe dare lezioni di diritto. Lo sappiamo bene che la presunzione d’innocenza vale sino alla condanna definitiva .

Nel caso che riguarda il signor Concettoni, attuale presidente dell’Ente Serristori, il GARANTISMO però non c’entra niente.

Il PD non ha chiesto le dimissioni del signor Concettoni dalla carica perchè sotto processo per furto pluriaggravato. Fino a sentenza definitiva il Signor Concettoni è innocente. Il problema è un altro e riguarda da un lato l’opportunità per un imputato di un reato di questo tipo a continuare a svolgere una funzione pubblica. Dall’altro occorre rilevare che il signor Concettoni, al momento in cui è stato richiesto di dichiarare i propri carichi pendenti, cosa normale anche in una aziende private, ha prodotto un certificato del  tribunale di Arezzo e una copia del casellario giudiziario dello stesso tribunale aretino da cui risultava immacolato.

Se invece avesse prodotto la documentazione del tribunale di Perugia, quello dove è imputato, la sua posizione sarebbe cambiata radicalmente e il sindaco avrebbe avuto qualche difficoltà a nominarlo Presidente dell’Ente Serristori. Aver nascosto la propria situazione giudiziaria, venendo meno a un obbligo di trasparenza, è un motivo più che sufficiente per chiedere le dimissioni.

Come si vede il garantismo non c’entra niente.

Lo stesso vale per l’assessore Lachi che di mestiere, vogliamo ricordalo, fa l’avvocato.

L’assessore ha dichiarato in Consiglio Comunale che la pratica relativa al signor Concettoni era stata archiviata. Cosa palesemente falsa, visto che Concettoni avrà una udienza nel febbraio 2018. Lachi ha mentito al Consiglio Comunarle, per questo si deve dimettere.

Come si vede anche qui il garantismo non c’entra niente.

Vogliamo ricordare al signor Agnelli che nel Pd castiglionese ci sono persone che si sono dimesse da incarichi pubblici ben prima di ricevere avvisi di garanzia, proprio per sgomberare il campo da ogni illazione. Siamo alla presenza di un altro stile, molto lontano da quello di Agnelli che oggi si scopre garantista e fino a ieri ballava sopra i tavoli chiedendo l’arresto e la condanna per tutti gli ex amministratori del PD.

 

 


  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0