Prima Pagina | Politica società diritti | Convegno della Fise Toscana al Centro Affari in occasione di [email protected] sull'equitazione di campagna e l'equiturismo

Convegno della Fise Toscana al Centro Affari in occasione di [email protected] sull'equitazione di campagna e l'equiturismo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il presidente di Estra Il presidente di Estra

Un'occasione per promuovere durante la fiera della vacanza rurale e di fronte ad un'attenta platea questa disciplina dalle grandi potenzialità che la federazione vuol rilanciare e promuovere. Obiettivi che ha ricordato lo stesso presidente della Fise Toscana Massimo Petaccia, durante il saluto iniziale e la presentazione.

"La Fise Toscana oltre all'attività all'interno dello sport equestre - ha ricordato - si sta muovendo con enti ed organismi del territorio per creare sinergie che possono portare ad una maggiore visibilità  e divulgazione dell'equitazione. Obiettivo è far conoscere le attività sportive ludico addestrative e turistiche che si possono svolgere con il cavallo o pony che potrà essere non solo compagno sportivo, ma anche un compagno di vita. Momento importante è dunque il primo accesso al mondo dell'equitazione che dovrà essere sempre più facilitato e aperto. Finalizzata a questo obiettivo è la collaborazione ormai consolidata con l'Ufficio regionale scuola toscano per coinvolgere le scuole attraverso specifiche iniziative didattiche della conoscenza del pony e dei primi rudimenti dell'equitazione. Il programma scuola si sviluppa poi in step successivi che consentiranno una pratica dello sport equestre a costi convenzionali e accessibili. Tutti i programmi e progetti a medio termine del Comitato Regionale Fise prevedono per ogni disciplina fasi di avviamento facilitate e articolate su specifici circuiti a carattere addestrativo e formativo. E' doveroso rivolgere un sincero ringraziamento ai dirigenti dell'Ufficio scolastico e a tutti i collaboratori del Comitato regionale toscano che che consentono l'organizzazione di questa attività."

Al convegno sull'equiturismo presente anche il responsabile nazionale del Dipartimento dell'Equitazione di campagna Tiziano Bedonni. "Ho colto questa importante occasione - ha detto - per illustrare le linee guida della nostra federazione per un rilancio dell'equitazione di campagna. Ed ho illustrato i vantaggi che un centro ippico e gli stessi tesserati possono avere lavorando insieme alla Fise. Ho accennato inoltre ad importanti accordi internazionali che abbiamo fatto con la federazione spagnola e con la Wawe per promuovere la monta da lavoro."
Soddisfatto dell'esito del convegno Goffredo Pasquini, responsabile per la Fise Toscana dell'equitazione di campagna. "Risultato superiore alle aspettative - ha detto - non solo per contatti a livello sportivo, ma anche per interesse rivolto al turismo equestre. La riunione ha rivelato grande interesse sia da parte dei tecnici che degli ospiti. Abbiamo inoltre presentato il programma 2018 con la nuova locandina dove sono rappresentate tutte le città che partecipano alle iniziative del dipartimento di campagna della Fise Toscana con le varie manifestazioni equituristiche e storiche."
La parola è poi passata ai relatori: il generale Massimo dal Piaz che ha illustrato la storia del cavallo fino al suo utilizzo moderno, la professoressa Antonella Bianchi, dell'Ufficio scolastico regionale che ha illustrato i progetti delle scuole con la Fise e Claudio Barsuglia, Comandante dei Vigili Urbani di Lucca che ha spiegato le normative per la circolazione su strada dei cavalli. 
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0