Prima Pagina | Eventi e spettacoli | Sicurezza in rete e tutela dei dati, un convegno per le aziende aretine

Sicurezza in rete e tutela dei dati, un convegno per le aziende aretine

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Sicurezza in rete e tutela dei dati, un convegno per le aziende aretine

Giovedì 9 novembre, alle 15.00, Arezzo Fiere e Congressi ospita un evento sulle buone pratiche online. Il convegno di Largabanda.it spiegherà la nuova normativa Gdpr a cui le aziende dovranno adeguarsi

 

AREZZO – Le aziende aretine dovranno a breve uniformarsi alla nuova normativa europea sulla sicurezza informatica e sulla tutela dei dati sensibili. Il General Data Protection Regulation è il regolamento comunitario che costringerà tutte le imprese a proteggere la loro navigazione in rete entro il termine del 25 maggio 2018, per non incappare in sanzioni fino a 20 milioni o fino al 4% del fatturato annuo. Queste delicate tematiche saranno approfondite giovedì 9 novembre, alle 15.00, in un convegno dal titolo "Normativa Gdpr e sicurezza informativa: focus e soluzioni" organizzato presso l'auditorium di Arezzo Fiere e Congressi da Largabanda.it, realtà nata nel 2011 all'interno di Alfanews per sviluppare connettività e servizi internet. L'evento porterà in città l'esperienza di alcuni dei massimi esperti italiani di sicurezza informatica ed è aperto alla partecipazione gratuita ma previa prenotazione di aziende, liberi professionisti, ordini professionali e associazioni di categoria che godranno così di una preziosa opportunità per capire la vulnerabilità della rete e per essere informati sulle soluzioni più tecnologiche per difendersi dai suoi rischi. «Nel mondo sono prodotti circa trenta nuovi virus al secondo e si registra in media un tentativo di hackeraggio al minuto a danno delle aziende e dei cittadini - spiega Stefano Sestini, presidente di Largabanda.it. - Questi dati motivano la rigidità dalla normativa Gdpr che stabilisce un'unica regolamentazione per rendere sicura la navigazione e per proteggere gli utenti. Il convegno nasce proprio per sensibilizzare sui pericoli che si corrono su internet, spiegando come fare per uniformarsi e per scongiurare i rischi di vedersi rubare dati sensibili, ricerche, progetti o risorse frutto di molti anni di lavoro».

Il convegno, moderato dalla social media manager Sophia Sestini, sarà aperto dalle parole dello stesso Stefano Sestini e di sua moglie Carla Borri che introdurranno il tema e forniranno i primi consigli concreti derivati dal loro lavoro sul territorio aretino. Le maggiori attese sono legate alla presenza di due dei più noti hacker del panorama nazionale, Filippo Cavallarin e Pawel Zorzan Urban, che illustreranno la facilità di violare le reti, accedere ai dati aziendali o rubare segreti industriali. Il compito di presentare le strategie per navigare protetti e per uniformarsi alla Gdpr sarà invece affidato a Cristiano Cafferata, country manager di Sonicwall Italia che protegge milioni di reti in tutto il mondo, mentre la conclusione sarà curata dal professionista nella protezione di dati personali Roberto Granchi dell'Associazione Data Protection Officer (AssoDpo) che analizzerà la nuova figura del responsabile della sicurezza informatica nelle aziende. «Oltre alla parte tecnica - aggiunge Carla Borri, - ci occuperemo anche di una parte culturale con piccoli suggerimenti per evitare virus aprendo siti, posta elettronica o chiavette usb: i dati sono il cuore del lavoro di un'azienda dunque è fondamentale essere ben informati su come proteggerli».

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0