Prima Pagina | Politica società diritti | Ottobre in biblioteca: il mese della cultura accessibile

Ottobre in biblioteca: il mese della cultura accessibile

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Ottobre in biblioteca: il mese della cultura accessibile

Tanti gli eventi, specie per bambini. Tutti gratuiti

Cultura accessibile. È questo lo slogan che contraddistingue la Biblioteca Città di Arezzo a ottobre, un mese speciale per le biblioteche della Rete documentaria aretina di cui Arezzo è parte integrante. E a conferma dell’accessibilità, tutti gli eventi sono gratuiti.

“Il progetto, promosso dalla regione Toscana, parte – ha sottolineato il presidente Alessandro Artini – dalla considerazione fondamentale che la cultura è un diritto. Dobbiamo dunque renderla a disposizione di tutti, qualunque sia la loro condizione fisica, sociale ed economica. Ecco allora un fitto programma che apre al pubblico il patrimonio documentario e dei servizi della Biblioteca Città di Arezzo. Ricordo che i cicli di conferenze organizzati in biblioteca, sulle religioni del nostro tempo, Piero della Francesca e la città, hanno raggiunto risultati di pubblico importanti. Per il futuro, l'orientamento è muoversi in un duplice ambito: invitare personaggi culturali di livello internazionale e autori locali”. Il presidente era accompagnato dai funzionari Laura Guadagni ed Elisa Boffa - che hanno messo in risalto la crescita della biblioteca in città grazie al lavoro dell'intero cda e della struttura - e dal dirigente del servizio cultura del Comune di Arezzo, Roberto Barbetti che ha ricordato come “la Rete documentaria abbia già sviluppato progetti di lettura poco 'tradizionali'. Portando i libri, ad esempio, nei 'non luoghi' di Marc Augé, i supermercati, e negli ospedali. Partiamo dunque da un'esperienza consolidata e la mettiamo a disposizione di un concetto di cultura allargato”.

Ecco allora le iniziative che partono con un legame tra biblioteca e Fiera Antiquaria, in occasione della prossima edizione di quest’ultima: “La Biblioteca in Fiera: ridiamo vita agli oggetti”. La biblioteca apre le porte ai piccoli utenti della sezione ragazzi ospitando nel chiostro due incontri di lettura e laboratorio a tema. I bambini al termine della lettura, potranno sperimentare l’arte del riciclo e del riutilizzo di materiali per creare un nuovo simpatico oggetto. Appuntamento per sabato 30 settembre alle 15, rivolto ai bambini fra i 3 e i 5 anni, e alle 17, rivolto ai bambini fra i 6 e gli 8 anni. È gradita la prenotazione al numero 0575 377913 fino al raggiungimento di 20 bambini per ciascun gruppo.

Si passa poi a ottobre, quando la sezione ragazzi, in virtù del tema di quest’anno incentrato sull’accessibilità, propone tre date con letture all’aperto, sul prato di fronte alla biblioteca, per consentire a tutti gli utenti l’accesso al servizio. Un approccio alla lettura dove libro e lettura si fondono con  gioco e animazione. Il titolo dell’iniziativa è “Leggendo… sul prato!”. E ci sarà pure una caccia al tesoro per i più grandi. Il 12 ottobre l’evento è rivolto ai bimbi da 0 a 3 anni, quello del 18 ai bimbi da 6 a 9 anni, quello del 26 ottobre da 4 a 6 anni. Tutti alle 17.

Il 17 ottobre, rivolto ai bimbi da 3 a 5 anni, e il 24 ottobre, rivolto ai bimbi da 6 a 8 anni, entrambi alle 17, ecco gli eventi caratterizzati dalle “Letture in simboli”. È gradita la prenotazione allo 0575 377913 fino a un massimo di 5 bambini per ciascun gruppo. I libri in simboli sono libri con rinforzi comunicativi, che utilizzano strumenti di comunicazione aumentativa e alternativa per bimbi in età prescolare o con difficoltà cognitive. Questi libri si sono rivelati strumenti di efficacia educativa anche nell’ambito della scuola dell’infanzia e nelle primissime fasi della scuola primaria.

La Biblioteca propone poi due visite guidate dal titolo “Indietro nel tempo: foto e documenti di Arezzo” per mostrare agli utenti una parte del materiale d’archivio in essa conservato, ancora inedito e da studiare. In particolare, saranno mostrati i documenti dell’archivio di Alfredo Bennati, storico giornalista corrispondente de La Nazione, riguardanti la storia e le immagini di Arezzo negli anni ’30 e ’40 e il materiale studiato dal Bennati stesso per riportare in vita la Giostra del Saracino: 5 e 31 ottobre alle 18. Prenotazione gradita allo 0575 377909 fino a un massimo di 15 partecipanti per ciascun gruppo.

Ancora un evento rivolto ai bambini: “Nati per la Musica”. Un progetto per informare e sensibilizzare i genitori sull’importanza dell’espressione sonora e della pratica musicale. Si parte il 27 ottobre alle 17 con un evento rivolto ai bambini da 0 a 3 anni, per passare poi al 17 novembre e al primo dicembre, entrambi per bambini dai 3 ai 6 anni. Tutti alle 17. Prenotazione gradita allo 0575 377913 fino a un massimo di 20 bambini.

Per facilitare l’accessibilità ai materiali della biblioteca è stato creato inoltre un percorso di lettura facilitata all’interno del catalogo accessibile dal sito della Rete documentaria aretina (www.retedocumentaria.arezzo.it). Qui si può trovare una selezione di tutti i testi specifici, libri a grandi caratteri, audiolibri, libri in braille, libri per dislessici e libri in comunicazione aumentativa alternativa, pensati sia per adulti che per bambini che si possono trovare in ogni biblioteca. Per quanto riguarda il programma completo delle iniziative delle 25 biblioteche e degli archivi della Rete documentaria aretina si può fare riferimento al suddetto sito e a quello www.regione.toscana.it/inbiblioteca.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0