Prima Pagina | Politica società diritti | Puliamo il mondo 2017: compie 25 anni l’iniziativa di volontariato ambientale

Puliamo il mondo 2017: compie 25 anni l’iniziativa di volontariato ambientale

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Puliamo il mondo 2017: compie 25 anni l’iniziativa di volontariato ambientale

Appuntamento ad Arezzo il 24 settembre per contribuire alla cura del territorio

 

 

Anche quest’anno Arezzo aderisce alla campagna  “Puliamo il mondo” promossa a livello nazionale da Legambiente.

Legambiente, Comune di Arezzo e Sei Toscana aspettano tutti i cittadini interessati domenica 24 settembre dalle 9,30 alle 13 in Piazza Zucchi. Per il secondo anno consecutivo “Puliamo il mondo” torna infatti a occuparsi del quartiere di Saione per sottolineare come, attraverso la cura dell’ambiente e di spazi di uso pubblico, si possa contribuire a migliorare la qualità della vita, abbattere barriere e ricostruire relazioni sociali, promuovere accoglienza e integrazione. Tante le associazioni che aderiscono e partecipano come gli scout Cngei, l’Associazione culturale Bangladesh, Oxfam Italia intercultura, Segni concreti e il Nuovo comitato di Saione, nato dalla volontà di alcuni cittadini di prendersi cura del proprio quartiere e di farlo tutti insieme, con spirito di condivisione e conoscenza reciproca. Domenica sono previsti numerosi interventi tra i quali la verniciatura delle panchine in cemento della piazza, la ripulitura dei marciapiedi della zona da erbacce, l’eventuale ritiro di rifiuti ingombranti abbandonati, la distribuzione di volantini informativi sulla raccolta differenziata. Nel corso della mattina sarà inoltre offerta a tutti i partecipanti una colazione, grazie alla collaborazione della sezione Soci Coop che anche questo anno appoggia l’iniziativa. In provincia gli altri Comuni che aderiscono alla campagna sono Bucine, Capolona, Cortona, Castelfranco - Piandiscò, Cavriglia, Lucignano, Monte San Savino, San Giovanni.

Sono passati 25 anni dalla prima edizione di “Puliamo il mondo”, un’iniziativa realizzata con il patrocinio del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, della rappresentanza in Italia della Commissione Europea, di Unione province italiane, Federparchi, Borghi autentici d’Italia e Programma per l’ambiente delle Nazioni Unite. Ogni anno sono migliaia i volontari di tutta Italia aderenti all’iniziativa di Legambiente che si danno appuntamento l’ultimo fine settimana di settembre per migliorare il decoro della città. Con guanti, rastrelli, ramazze e sacconi ci si ritrova in piazze, strade, parchi urbani, lungo gli argini dei fiumi o delle strade statali, negli spazi “di nessuno” delle periferie. Giovani, anziani, italiani e non, amministrazioni locali, imprese, scuole, uniti da un unico obiettivo: rendere più vivibile e più bello il territorio in cui viviamo, raccontare l’economia circolare e promuovere, attraverso il dialogo e la collaborazione, la creazione di reti tra cittadini di ogni età e provenienza.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0