Prima Pagina | Politica società diritti | FORZA ITALIA INCONTRA LA CITTADINANZA PER PARLARE DI SICUREZZA E LOTTA AL DEGRADO

FORZA ITALIA INCONTRA LA CITTADINANZA PER PARLARE DI SICUREZZA E LOTTA AL DEGRADO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
FORZA ITALIA INCONTRA LA CITTADINANZA PER PARLARE DI SICUREZZA E LOTTA AL DEGRADO

 

 

Il Gruppo Consiliare in Comune di Arezzo e il Coordinamento Comunale di Forza Italia organizzano per lunedì 31 luglio alle ore 21, presso la sede del partito in Corso Italia n.249, un incontro con iscritti, simpatizzanti e cittadini sul tema sicurezza, aperto a tutti.

Alla luce degli ultimi fatti avvenuti in Città, nel quartiere di Saione e non solo, intendiamo esporre alla cittadinanza le nostre idee e i nostri progetti per rilanciare l'azione amministrativa sui tema della sicurezza e della lotta al degrado. All'incontro, dove raccoglieremo testimonianze e proposte di alcuni residenti della zona Saione, saranno presenti il coordinatore provinciale Felice Maurizio D'Ettore, l'assessore Lucia Tanti, il Presidente del Consiglio Comunale Alessio Mattesini, il capogruppo in comune di Arezzo Jacopo Apa e i consiglieri comunali Federico Scapecchi, Luca Stella e Leonardo Benigni.

Successivamente porteremo al Sindaco Ghinelli, che già da tempo insieme al comandante della Polizia Municipale concentra i propri sforzi per la soluzione di questi problemi, le nostre proposte integrate con quelle dei cittadini.

La "guerra" di comunicati tra Istituzioni e gruppi politici, scatenatasi negli ultimi giorni, non ci appassiona: invitiamo tutti al rispetto reciproco e ad una proficua e fattiva collaborazione, ognuno nel proprio ambito di competenza.

Fermo restando il fatto che i problemi potranno essere risolti alla fonte solo quando cambieranno le leggi nazionali, abbiamo il dovere come amministratori di questa Città di fare tutto quanto è in nostro potere per ridare ad Arezzo e agli aretini una Città sicura e a misura di famiglia, perseguendo con forza ogni tipo di crimine e monitorando con attenzione le zone calde del territorio, come il quartiere di Saione, dove è innegabile il disagio creatosi anno dopo anno anche a causa di una presenza massiccia di cittadini stranieri poco inclini al rispetto delle regole.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0