Prima Pagina | Cronaca | Direzione dell’Ato Toscana Sud: sono in corsa due toscani e due veneti

Direzione dell’Ato Toscana Sud: sono in corsa due toscani e due veneti

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Direzione dell’Ato Toscana Sud: sono in corsa due toscani e due veneti

Pare che i sindaci senesi del Pd stiano per uscire con un documento unitario contro l’istituzione di un unico Ato rifiuti a livello regionale. Un’opposizione ad oggi solo ad un’intenzione: quella manifestata in una direttiva di giunta dal governatore toscano Enrico Rossi.

Nella Nazione edizione di Siena del 5 luglio, sono apparese le prime anticipazioni.

Ato Toscana Sud, ente che soprintende ai rifiuti nelle province di Siena, Arezzo e Grosseto, ha avviato la procedura per la nomina del suo direttore generale. Fra i 30 profili dei candidati partecipanti al bando, la commissione giudicante – di tre membri – ha selezionato 4 curricula, che l’assemblea dei sindaci di Ato ha inviato la settimana scorsa alla Regione.

Nomi che evidentemente sono trapelati dalle comunicazioni fra enti: sarebbero dunque in corsa due toscani e due veneti.

A partire dall’aretino Antonio Boncompagni, presidente di Aisa Impianti fino al febbraio scorso; poi Dario Baldini, toscano di origini, docente dell’Università di Bologna, già direttore Ato 8 Siena.

I due profili individuati dal Nord sono invece quelli di Luca Mariotto, amministratore unico di Gea spa di Pordenone e di Paolo Diprima, direttore Venezia Ambiente, il Bacino che in Veneto è il corrispettivo del nostro Ato.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

1.00