Prima Pagina | L'opinione | Turismo ad Arezzo. 2°parte. I commenti alla proposta Comanducci.

Turismo ad Arezzo. 2°parte. I commenti alla proposta Comanducci.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Turismo ad Arezzo. 2°parte. I commenti alla proposta Comanducci.
 
Sono soddisfatto di non aver ricevuto segnalazioni di errori nella mia ricostruzione della poderosa presentazione effettuata dall'assessore. Sono stato costretto ad inseguirla. La ignoravo, non avevo ricevuto inviti o letto di essa sul sito web comunale o altrove.
Già, il Comune non dialoga coi cittadini coi mezzi tradizionali o sul suo sito, bensì con facebook. Linka, convivide, posta. Sono i nuovi media, se uno ci crede. Se li ritiene il canale pertinente. Per me, un mezzo eccezionale per i filmini dei gattini. Per il ritrovo delle mamme dell'asilo o della cena della terza media. Utilissimo anche per messaggistica. O per sapere tutto sul signor Gianluca Vacchi. Non per invitare la città ad ascoltare circa il suo futuro, almeno per me. Non hanno pubblicato sul sito le slide presentate o la trascrizione del sonoro (neanche il solo sonoro); siccome il Comune di Arezzo è istituzionalmente presente su fb, puoi vedere il filmato della serata se ti iscrivi a fb. Alla faccia della privacy.
ComuneArezzo ha circa 6.500 followers su fb. Cortona ne ha 8.200, Montevarchi 3.200. Grosseto 5.000. Il citato Vacchi gira quota 1500.000.
Il video inizia colla presentatrice di-bianco-vestita che sottolinea, a garanzia della qualità della proposta, come Comanducci sia ben inserito nel turismo: ricordo ai distratti che egli discende da albergatori. La parola passa al sindaco Ghinelli e quindi a Lucia De Robertis, che elogia il lontano passato coi fasti della mostra per il restauro della cappella Bacci. Infatti anche io non ricordo alcun evento opera della De Robertis.
Compare Comanducci ed inizia la presentazione. Il filmato termina dopo oltre 90' di ripresa fissa, lontana dallo schermo, con un audio incerto, colla presentatrice di-bianco-vestita che si getta al collo di Comanducci.
Non ero sicuro di aver raccolto quanto registrato così amatorialmente.
Più facile la raccolta dei commenti dopo. Non i like o le condivisioni.
Parlo dei commenti di operatori, istituzioni, opinioni elaborate insomma.
Me ne sono noti tre (vale uno, pubblicato l'indomani stesso, fulmini di guerra).
Marinoni, leader della Ascom toscana anticipa “un grande regalo per gli imprenditori del turismo: finalmente un amministratore che parla del settore in maniera scientifica, seguendo logiche di marketing e di innovazione digitale “.
La responsabile turismo della stessa Ascom prepara con “Il progetto presentato dall’Amministrazione coinvolge tutti: non solo chi gestisce la ricettività e i servizi turistici, ma perfino i residenti, in una condivisione che è unica garanzia della sostenibilità dello sviluppo“. Il presidente degli albergatori Ascom (Fabbrini, Hotel Minerva) conclude “Il progetto illustrato da Comanducci ci piace molto e confidiamo che si troveranno i fondi per realizzarlo “.
Da allora silenzio. Di tomba.
Nella prossima puntata, indicherò i motivi del gelo, secondo me.
Perché in quei 90' i silenzi non sono stati pochi, né secondari.
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0