Prima Pagina | Politica società diritti | GDF AREZZO: CONFISCATI BENI PER OLTRE 100.000 EURO A DIPENDENTE COMUNALE INFEDELE.

GDF AREZZO: CONFISCATI BENI PER OLTRE 100.000 EURO A DIPENDENTE COMUNALE INFEDELE.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
GDF AREZZO: CONFISCATI BENI PER OLTRE 100.000 EURO A DIPENDENTE COMUNALE INFEDELE.

 

La Guardia di Finanza di Arezzo, nei giorni scorsi, ha eseguito la definitiva confisca di un appartamento e dei conti correnti nella disponibilità di una dipendente comunale, per un valore complessivo di oltre 100.000 mila euro, già condannata dal Tribunale di Arezzo a due anni di reclusione (pena sospesa) per aver sottratto somme destinate all’Ente per il quale lavorava per oltre 160 mila euro.

L’attività nasce nel 2014 quando, a seguito di una segnalazione da parte di un Sindaco di questa Provincia per alcuni ammanchi di “Tesoreria”, le Fiamme Gialle hanno avviato articolate e complesse indagini che portavano alla denuncia della dipendente infedele per i reati di peculato e falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici.

L’impiegata, infatti, approfittando del ruolo di responsabile dell’Ufficio e grazie all’esperienza decennale maturata nel settore contabile, alterava e talvolta falsificava gli atti amministrativi, inviando telematicamente alla Tesoreria mandati di pagamento nei confronti di propri congiunti oppure ritirando personalmente allo sportello somme per contanti a fronte di richieste di anticipi per servizi vari.

L'operazione di servizio eseguita dalle Fiamme Gialle di Arezzo si colloca nel più ampio contesto operativo afferente l'azione svolta dalla Guardia di Finanza a tutela del bilancio dello Stato e degli Enti locali. 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0