Prima Pagina | Politica società diritti | Favorire l’interconnessione gomma-ferro che oggi risulta particolarmente problematica.

Favorire l’interconnessione gomma-ferro che oggi risulta particolarmente problematica.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Favorire l’interconnessione gomma-ferro che oggi risulta particolarmente problematica.

Comunicato sulla riqualificazione dell’area stazione di Arezzo del 25/05/2017

 

Il Comitato pendolari città di Arezzo, dopo aver appreso dalla stampa e dai social network della volontà dell'Amministrazione Comunale di Arezzo di intervenire su piazza della Repubblica, esprime diverse perplessità sul progetto definitivo, già presentato alla Regione Toscana, in risposta al bando sulla mobilità sostenibile.

I pendolari e cittadini sono consapevoli della necessità di riqualificare un’area centrale della città, oggi degradata e non sicura, ma ritiene opportuno valutare a fondo tutte le esigenze ed intervenire favorendo, oltre al decoro urbano, la piena fruibilità e funzionalità dell’area. 

La soluzione proposta, che concerne la chiusura al traffico della piazza antistante la stazione e la sua relativa pedonalizzazione, apre la questione del carico/scarico dei viaggiatori. La possibilità di utilizzare il parcheggio chiuso adiacente alla piazza, anche se gratuito per i primi minuti ma con un numero di posti limitato e difficilmente accessibili, risulta poco funzionale in una fase di scarico “veloce” e non considera i frequenti ritardi dei treni che possono superare anche i 20 minuti di sosta gratuita.

Le criticità relative alla viabilità, derivata dal gran numero di utilizzatori dei collegamenti ferroviari, non troverebbero così un’agevole soluzione, riversando su via Piero della Francesca e nelle strade vicine tutto il traffico che oggi transita nel parcheggio di Piazza della Repubblica.

Nell’anno 2015, in occasione dell’unico incontro tra il Comitato pendolari ed il Comune di Arezzo, al quale hanno partecipato sia il Sindaco che il Vicesindaco, abbiamo evidenziato come la pedonalizzazione dell’intera piazza (già ipotizzata dalle precedenti amministrazioni) fosse un ostacolo alla fruibilità della stazione. In tale incontro il Comitato ha suggerito un progetto di riqualificazione più ampio che coinvolgesse la zona del terminal dei bus e soprattutto l’area di Campo di Marte retrostante la stazione.  

Per tale area avevamo richiesto una serie di interventi ad impatto economico limitato (potatura siepi, potenziamento dell’illuminazione, installazione di telecamere oltre ad una maggiore presenza delle forze di polizia) per consentire a tutti i viaggiatori di transitare in sicurezza. Inoltre, la creazione di un parcheggio o di un’area di sosta adibita al carico/scarico veloce nella zona di Campo di Marte, non solo faciliterebbe i viaggiatori e chi li accompagna negli spostamenti, ma riqualificherebbe un’area della città oggi in balia del più completo degrado.

Il Comitato chiede pertanto all’amministrazione di farsi carico delle esigenze dei viaggiatori e dei loro familiari studiando un’opportuna e funzionale soluzione di viabilità e sosta a vantaggio non solo dei pendolari ma dell’intera città.

Infatti, la richiesta di un incremento dei collegamenti ferroviari, anche ad Alta Velocità, che porterebbero enormi vantaggi sia in termini turistici che economici alla città ed a tutto il territorio limitrofo, non può prescindere da una progettazione della mobilità atta a favorire l’interconnessione gomma-ferro che oggi risulta particolarmente problematica.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0