Prima Pagina | Lettere alla redazione | I signori delle Chiane

I signori delle Chiane

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
I signori delle Chiane

Bigazzi Dott. Amedeo, Barzagli Prof. Massimo. Resoconto di una passeggiata d’autore in Chiana lungo i sentieri della bonifica

 

Scenografica ed ariosa questa prima passeggiata organizzata nell’ambito degli avvenimenti a contorno della mostra sul Sentiero della Bonifica esposta nella chiesa castiglionese  di Sant’Angelo al Cassero

Premetto che ho chiamato Signori questi due Sapienti Trismegisti  non perche’ padroni o possidenti di terre o ricchezze nelle chiane, ma nel senso intellettuale ed umano del titolo di contadino rispetto per persone che per la Chiana hanno dedicato una parte considerevole della loro vita.

Il termine plurale Chiane, accompagnato a Signori, per me che da bambino facevo il bagno al Callone di Valiano e’ il nome in uso della valle al mio paese perche’ due sono le Chiane, una senese ed una aretina, divise nella parlata e nella storia, e collegate anticamente in un solo punto, il Ponte della mia natia Rocca di  Valiano.

Ascoltandoli in questa lunga passeggiata di sabato primo aprile, insieme ad una folla di persone che hanno riempito allo stracolmo una intera corriera e formato una fiumana con macchine per arrivare al Ponte alla Cesa e da li’ via a piedi, in riva destra,  fino allo strozzo sul Mucchia;

Passando per lo snodo degli allaccianti  di Cesa, mirabile raccordo tra imperiose acque.

Per la colmata di Brolio ed il il suo residuo fascino di primitiva palude

Scavalcando il littoreo Tunnel  di Brolio che permise il prosciugamento della piana di Castiglionese

Ho ben compreso come niente della Chiana a loro e’ sconosciuto o forestiero:

Chiuse di monaci o pontificie,

Canali di acque alte o basse,

Porti ed approdi per civaie

Sponde adatte a piantar nasse

Strozzi, Innesti e pietrose briglie

Ponti  per mandrie grasse

Tutto essi sanno e tutto  dicano

A noi con slancio Fossombriano

Ci sono molti premi o onorificenze che vengono concessi dalle nostre amministrazioni, per meriti ed onori, ecco se ci fosse tra queste l’assegnazione del  titolo di

Signori delle Chiani di diritto ed autorita’ a Bigazzi e Barzagli  spetterebbe.

Perche’ tra tutti quelli che hanno lavorato per la salvaguardia, difesa, divulgazione storica,  insegnamento (a giovani ed anziani) e soprattutto si sono spesi, e si impegnano ancora, con passione, slancio ed umilta’,  come paladini e tutori di idee e progetti (vedi il sentiero della bonifica)  ecco Essi sono per me  tra i viventi in vetta a  questa simbolica piramide di intelletto chianino.

Sara’ mia cura aggiornarvi per la prossima uscita, che sara’ la visita alle Fattorie di Bettole e Font’al Ronco, sabato 22 Aprile e che termineranno con degustazioni appropriate come in uso in questi avvenimenti.

Per chi volesse parteciparvi,  come il sottoscritto, il ritrovo è previsto per le ore 15.00 presso Piazzale Garibaldi, per info e prenotazioni : 0575 659457

La mostra organizzata da Amministrazione Comunale, Provincia, Gruppo Archeologico, Sistema Museale, ISIS Fossombroni, ISIS Da Castiglione, sulla Valle del Clanis dal titolo

“Storia di un Paesaggio Costruito” 

 continuera’ fino al 30 giugno corredata da conferenze e visite sul territorio.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0