Prima Pagina | Eventi e spettacoli | “Festival dell’educazione”, apertura oggi nel campus del Pionta con la proiezione dei cortometraggi che hanno partecipato al concorso sul tema della diversità

“Festival dell’educazione”, apertura oggi nel campus del Pionta con la proiezione dei cortometraggi che hanno partecipato al concorso sul tema della diversità

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“Festival dell’educazione”, apertura oggi nel campus del Pionta con la proiezione dei cortometraggi che hanno partecipato al concorso sul tema della diversità

Tra gli eventi di domani, mercoledì 22 marzo, l’inaugurazione della mostra permanente “Migranti. La sfida dell'incontro”

 

Il “Festival dell’educazione” si è aperto oggi ad Arezzo, nel campus universitario del Pionta, con la proiezione e premiazione dei cortometraggi sulla diversità - etnica, di genere, culturale, religiosa, professionale - realizzati dagli studenti delle scuole superiori. Vincitori del concorso, sul tema scelto dal Dipartimento dell’Università di Siena per questa prima edizione del Festival, sono stati gli studenti del Liceo artistico di Cortona, del Liceo delle Scienze umane “Colonna”, del Liceo artistico “Piero della Francesca” e dell’Istituto professionale "Magiotti" di Montevarchi, che hanno ricevuto in premio dei buoni libro e altri buoni acquisto. Nel programma della prima giornata anche laboratori di teatro e per bambini e la presentazione di studi e ricerche del Dipartimento universitario.

Il Festival prosegue domani, mercoledì 22 marzo, con l’inaugurazione, alle ore 10 presso il Campus Lab (viale Cittadini, Pionta), della mostra permanente “Migranti. La sfida dell’incontro”, a cura di Alessandra Convertini, un invito a riflettere sui temi della convivenza, dell’identità etnica, della paura del diverso e del diritto all’inclusione. Seguirà una tavola rotonda sull’immigrazione e le politiche dell’accoglienza e nel pomeriggio, dalle ore 14, un confronto sulle competenze educative necessarie a chi lavora o vuole lavorare nei servizi all’inclusione.

“Il festival  – ha commentato la direttrice del Dipartimento universitario Loretta Fabbri – è un’occasione per discutere di educazione, ovvero del dispositivo più potente a disposizione della società per sviluppare, trasformare ed emancipare le comunità sociali e professionali. E’ la prima edizione di un’iniziativa che vuole porre l’attenzione su temi sociali rilevanti e creare contesti di apprendimento continuo”.

Il programma del Festival è pubblicato nel sito web del Dipartimento universitario 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0