Prima Pagina | Cronaca | Lucignano, 18enne spara al padre e lo uccide. Poi chiama i carabinieri

Lucignano, 18enne spara al padre e lo uccide. Poi chiama i carabinieri

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Lucignano, 18enne spara al padre e lo uccide. Poi chiama i carabinieri

La vittima, Raffaele Ciriello, aveva 51 anni ed era titolare di un’azienda artigiana nell’Aretino. Il figlio Giacomo l’ha aspettato con la doppietta, con cui ha aperto il fuoco.

 

La tragedia nella notte tra domenica e lunedì a Lucignano, nell’aretino.

Un ragazzo di 18 anni ha ucciso il padre sparandogli un colpo al volto. Un unico colpo, sotto lo zigomo sinistro, con il fucile da caccia calibro 12 detenuto in casa.

Poi ha chiamato i carabinieri per denunciarsi. Un unico commento: “Ho fatto ciò che andava fatto”

La vittima, Raffaele Ciriello, originario di Avellino, aveva 51 anni ed era titolare di una carpenteria metallica. Domenica sera è uscito in paese e, al suo ritorno, ha trovato il figlio Giacomo, 18 anni appena compiuti, che lo stava aspettando con in braccio la doppietta.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0