Prima Pagina | Cronaca | Ad Arezzo la presentazione di «Direzione Italia», il neonato partito che fa riferimento all’europarlamentare Raffaele Fitto.

Ad Arezzo la presentazione di «Direzione Italia», il neonato partito che fa riferimento all’europarlamentare Raffaele Fitto.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Ad Arezzo la presentazione di «Direzione Italia», il neonato partito che fa riferimento all’europarlamentare Raffaele Fitto.

Presenti accanto a Maurizio Bianconi, Daniele Capezzone, Paolo Enrico Ammirati, Francesco Cappelletti, Filippo Cerofolini, Marco Morbidelli, Angelo Rossi.

 

"Sarà un’impresa difficile quella della ricostruzione di un nuovo e compatto centrodestra “Direzione Italia” sarà una federazione di liberal-conservatori. 

Noi non crediamo nell’accordo del Nazareno – inizia Bianconi - come Berlusconi e Renzi. Crediamo invece alle alleanze con Lega Nord, Fratelli d’Italia e anche con una Forza Italia che non accetti compromessi e con chiunque si riconoscerà in un progetto autenticamente liberale.  E’ vitale che si confrontino in una virtuosa sfida di idee l'opzione lepenista e l'opzione liberalconservatrice.

Uno dei pilastri della nuova formazione è il radicamento locale. Direzione Italia si definisce «un partito confederale che richiama i delusi del centrodestra».

I delusi per una serie di scelte non condivisibili dal patto del Nazareno – prosegue Capezzone - alla legge elettorale, ai rapporti con l’Europa che hanno visto una emorragia di 9 milioni di voti. Una regione come la Lombardia è sparita dalle urne.

Nasce per questo un soggetto politico liberalconservatore, inserito in un filone che vuole essere ciò che il centrodestra doveva essere e non è stato e la tradizione dei più moderni movimenti di centrodestra occidentale.

Fondamentale è il nostro legame con i Tories inglesi: nella triplice forma dell'adesione al gruppo parlamentare europeo Ecr, alla fondazione New Direction (creata a suo tempo dalla signora Thatcher), all'alleanza Acre (che unisce partiti e movimenti liberalconservatori non solo europei).

Nel centrodestra del futuro – conclude Capezzone - le elezioni primarie saranno un passaggio fondamentale e non rinviabile. Questa è una chiamata ai delusi, agli astenuti, agli elettori in cerca di un centrodestra credibile, moderno, riformatore"

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0