Prima Pagina | Politica società diritti | Dindalini: "la scissione è contro i valori del Pd e aumenterà la distanza tra la gente e la politica"

Dindalini: "la scissione è contro i valori del Pd e aumenterà la distanza tra la gente e la politica"

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Dindalini: "la scissione è contro i valori del Pd e aumenterà la distanza tra la gente e la politica"

Dichiarazione del Segretario provinciale Pd Arezzo , Massimiliano Dindalini

 

La nascita del Pd aveva rappresentato una novità nella storia della sinistra italiana. Per molti motivi. Uno lo vorrei ricordare oggi: fine delle continue divisioni ed inizio di una nuova politica di coesione tra forze e culture capaci di costruire sintesi più avanzate.

Il mio impegno, oggi, è perchè non si torni indietro. Sono contrario alla scissione: sarebbe l'ammissione di una generale impotenza. Di tutti: di chi se ne va e di chi resta. Tutti insieme dovremmo ammettere che il progetto di un grande partito capace di avere una visione generale, un progetto politico, una capacità di relazione con tutti i cittadini è finito. E avremo difficoltà a difenderci quando qualcuno ci dirà che non era mai esistito.

Un partito è fatto di donne e di uomini. Persone in carne e ossa che hanno idee, programmi e sogni. Sono convinto che quelle che hanno scelto il Pd lo hanno fatto in nome di progetti e valori. Uno di questi è l'unità. Di fronte alla disgregazione sociale, alla conflittualità diffusa ad ogni livello, può il Pd fare la scelta della divisione?

Certo ci sono stati errori: la partecipazione e l'azione collettiva sono valori fondanti del Pd. Forse non sono stati pienamente rispettati. Ma la reazione può essere quella di violare un altro valore fondante che è quello dell'unità?

Mi rivolgo ai componenti aretini dell'Assemblea nazionale del Pd, a tutti gli amministratori pubblici, ai dirigenti del partito affinchè tutti quanti si possa continuare a lavorare insieme per rendere migliore questo partito.  In caso contrario chi privilegia ragionamenti di potere rimarrà presto deluso: ci penseranno gli elettori. Ma tutti gli altri, cioè i cittadini che ci hanno dato fiducia fino ad oggi, avranno ricevuto l'ennesima delusione dalla politica. E sarà difficile tornare da loro per ottenerla di nuovo.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0