Prima Pagina | Lo Sport | Settimana della Pallavolo Unificata per Special Olympics. Ad Arezzo l’evento sabato al Pala Mecenate con gli allenamenti e le partite tra le squadre di volley Special e gli studenti del Fossombroni-Buonarroti

Settimana della Pallavolo Unificata per Special Olympics. Ad Arezzo l’evento sabato al Pala Mecenate con gli allenamenti e le partite tra le squadre di volley Special e gli studenti del Fossombroni-Buonarroti

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Settimana della Pallavolo Unificata per Special Olympics. Ad Arezzo l’evento sabato al Pala Mecenate con gli allenamenti e le partite tra le squadre di volley Special e gli studenti del Fossombroni-Buonarroti

 

“E’ una settimana importante per noi e per tutto il movimento di Special Olympics, una settimana iniziata con il convegno sullo sport come strumento di inclusione sociale che si è tenuto alla Camera dei Deputati e che ha visto la presenza anche del Sindaco e dell’assessore al sociale del Comune di Arezzo. Una settimana impegnativa che speriamo sia produttiva per il futuro e che termina con la discesa in campo per la pallavolo unificata che si terrà sabato 18 febbraio al Pala Mecenate.” 

Così il direttore regionale di Special Olympics Toscana Paolo Lucattini ha raccontato la settimana nazionale della pallavolo unificata Special Olympics. 

“Per sabato abbiamo organizzato una intera giornata dedicata alla pallavolo unificata, disciplina che per la prima volta in Italia si è disputata ad Arezzo nel 2013 in occasione dei Giochi Nazionali Special Olympics - ha spiegato Claudia Del Tongo presidente di All Stars Arezzo Onlus e direttore provinciale Special Olympics - dalle 9:30 ci saranno gli allenamenti   tra gli studenti dell’ISIS Buonarroti-Fossombroni e le squadre di pallavolo unificata Special Olympics della provincia di Arezzo che sono gli Spiders, la All Stars, Special Team Agorà e la polisportiva Cam della Valdichiana. Tutti insieme per una giornata di sport unificato dove atleti con disabilità intellettiva sono in squadra con atleti senza disabilità.”

La giornata si concluderà con la partita tra le due squadre che hanno abilità un po’ più alte cioè All Stars Arezzo e la squadra studentesca degli Spiders.

In tutto questo si è registrata un’unione d’intenti con le federazioni sportive di riferimento e con il Comune di Arezzo come ha ribadito l’assessore Lucia Tanti, presente alla Camera dei Deputati per condividere con il movimento Special Olympics le strategie e le politiche di inclusione:

“Paolo è una delle prime persone che io ho incontrato quando mi sono insediata - ha raccontato l’assessore Tanti - proprio per la particolarità del mio assessorato che mette insieme lo sport, il sociale, i giovani, una delega vera all’inclusione sociale. La presenza a Roma del sindaco Ghinelli e mia è stata un segno concreto, per partecipare al successo di un aretino, ma anche perché ne condividiamo le linee strategiche, Arezzo sicura e cosa non è uno slogan. Per questo ci prendiamo l’impegno di essere una città disponibile, per valutare insieme a Special Olympics tutte le possibilità anche logistiche di organizzare dei campionati di qualsiasi livello dove lo sport unificato sia quello di riferimento. E’ una strategia sportiva, ma prioritariamente è una sfida culturale.”

“Dal nostro punto di vista possiamo dire che ci sono molte necessità di occasioni di sport per ragazzi con disabilità - ha ribadito Giampiero Lapini, direttore sanitario dell’Istituto di Riabilitazione dei Padri Passionisti “Madre della Divina Provvidenza” di Agazzi - un atto concreto sarebbe quello di organizzare campionati di sport che possano coinvolgere in squadre integrate le persone con disabilità ad Arezzo”

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0