Prima Pagina | Politica società diritti | Esame superato: l'Arezzo travolge il Tuttocuoio (0-3). Gli amaranto sono secondi da soli

Esame superato: l'Arezzo travolge il Tuttocuoio (0-3). Gli amaranto sono secondi da soli

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Esame superato: l'Arezzo travolge il Tuttocuoio (0-3). Gli amaranto sono secondi da soli

Gli amaranto calano il tris sul sintetico di Pontedera. Partita dominata fin dall'inizio, Nocchi decisivo due volte prima del vantaggio di Moscardelli (decimo gol in campionato). Qualche brivido solo nel finale del primo tempo, poi il raddoppio di Bearzotti spegne i neroverdi. A segno anche Polidori, pure lui in doppia cifra. Scavalcati Livorno e Cremonese

Caccia alla quinta vittoria consecutiva. Gli amaranto giocano sul sintetico di Pontedera contro il Tuttocuoio, invischiato nella lotta play-out, e puntano a migliorare ancora la classifica. Sottili conferma il 4-4-2 che ha battuto Siena e Alessandria, con Moscardelli e Polidori in avanti. Fiasconi all'inizio cambia modulo: difesa a cinque e niente trequartista.

 

Padroni di casa che, visti anche i risultati delle dirette concorrenti, cercano subito di far male. La prima occasione già al 4' con Shekiladze che brucia Barison sullo scatto e conclude sull'esterno della rete. Immediata risposta amaranto con il sinistro di Solini dopo un corner, Nocchi si distende e mette di nuovo sul fondo. Al 20' break dell'Arezzo, ripartenza di Polidori che poi dai venti metri cerca l'angolino alto con il sinistro, Nocchi si supera mettendo in angolo.

I tempi sono però maturi e al 23' il Tuttocuoio capitola: scambi veloci al limite dell'area Bearzotti-Corradi, il numero 7 trova il pertugio giusto per l'esterno che dopo il controllo fa partire un lob perfetto per la testa di Moscardeli che da due passi non deve far altro che insaccare. Decimo gol in campionato per il capitano.

Fiasconi vede i suoi in evidente difficoltà e poco dopo la mezzora ordina già un doppio cambio: fuori Berardi e Mulas, dentro Zenuni e Gelli pet tornare al 4-3-1-2. Al 40' i neroverdi cercano di sfruttare una punizione di Caciagli poco sopra la metà campo, Borra è attento e respinge l'incornata destinata all'angolino di Falivena. Poco prima dell'intervallo la retroguardia amaranto è sorpresa da un rinvio profondo di Nocchi, Cenetti scivola ed apre una prateria a Shekiladze, provvidenziale il ritorno di Foglia a murare la conclusione del georgiano. Nel recupero c'è tempo per un ultimo brivido, con Ferrari che dall'altezza del dischetto del rigore di testa mette sul fondo la parabola tesa calciata da Gelli.

 

Il Tuttocuoio torna in campo con la stessa garra della prima frazione, ma sono i ragazzi di Sottili a torvare nuovamente la via della rete al 52': angolo di FogliaBearzotti la incolla al volo di destro infilandola in mezzo alle gambe di Nocchi, forse tradito da qualche infido rimbalzo. Bearzotti che, poco prima, era stato fermato in maniera ruvida da Falivena. Sul velluto l'Arezzo, che dopo 2' sfiora il tris con un delizioso pallonetto di Moscardelli dal limite dell'area finito fuori non di molto.

I padroni di casa inesorabilmente si spengono e cercano più che mai di colpire da fermo, lasciando il controllo totale del gioco agli amaranto che al 71' hanno un'altra grossa opportunità per segnare, Nocchi è miracoloso nel respingere la conclusione a botta sicura di Foglia dal dischetto del rigore. L'invito, ancora una volta, è targato Bearzotti. Il tris arriva davvero all'80', quando su punizione del neoentrato Grossi, Polidori sbuca sul primo palo e di testa la mette nuovamente alle spalle di Nocchi. Decimo gol anche per lui. All'89' Grossi verticalizza per Arcidiacono, ma l'ex Foggia non riesce ancora a sbloccarsi spedendo sul fondo.

 

L'Arezzo fa cinque su cinque in questo girone di ritorno, tenendo praticamente sempre in pugno la gara e mantenendo la porta inviolata per la terza volta consecutiva. Inoltre, visti i pareggi di Cremonese e Livorno, gli amaranto si prendono il secondo posto solitario lanciando una volata che fino ad un mesetto fa pareva soltanto un lontano miraggio. Ma occhio, perché settimana prossima al Comunale c'è da superaro lo scoglio Lucchese.

 

Pontedera. Stadio ''Ettore Mannucci'', ore 16.30.

TUTTOCUOIO (3-5-2): 1 Nocchi; 5 Bachini, 6 Falivena, 19 Frare; 2 Mulas (33' pt 23 Gelli), 20 Berardi (33' pt 8 Zenuni), 15 Caciagli, 25 Provenzano, 3 Picascia; 7 Shekiladze, 28 Ferrari (36' st 11 Mercaj).

A disposizione: 12 Cappellini, 4 Borghini, 9 Pinzauti, 10 Masia, 14 Tiritiello, 17 Siani, 18 Serinelli, 21 Pellini, 27 Lo Porto. 

Allenatore: Luca Fiasconi.

AREZZO (4-4-2): 22 Borra; 16 A. Luciani, 6 Barison, 4 Solini, 3 Sabatino; 21 Bearzotti (39' st 15 D'Ursi), 20 Cenetti, 8 Foglia, 7 Corradi (24' st 25 Arcidiacono); 18 Polidori, 9 Moscardelli (34' st 11 Grossi).

A disposizione: 26 Farelli, 2 Muscat, 5 Masciangelo, 10 Erpen, 13 De Feudis, 14 Demba, 17 Yamga, 23 L. Luciani, 24 Rosseti. 

Allenatore: Stefano Sottili.

Diffidati: De Feudis.

ARBITRO: Federico Dionisi de L'Aquila (Roberto Margheritino di Savona - Gianluca Sartori di Padova).

NOTE: Spettatori presenti mille circa. Ammoniti: pt 36' Solini; st 12' Luciani, 28' Frare, 33' Picascia, 45' Gelli. Angoli: 2-9. Recupero tempi: 1' e 4'.

RETI: pt 23' Moscardelli; st 7' Bearzotti, 34' Polidori.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0