Prima Pagina | Politica società diritti | Alla Consigliera Vadi li potrei spiegare io i motivi dell'arretramento della RD in Valdarno...

Alla Consigliera Vadi li potrei spiegare io i motivi dell'arretramento della RD in Valdarno...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Alla Consigliera Vadi li potrei spiegare io i motivi dell'arretramento della RD in Valdarno...

 

Visto che mi sono stancato di ripetere lo stesso ritornello per l'ennesima volta, cioè che anche i dati della R.D. 2015 certificati ARRR (con un ritardo di oltre 2 mesi) hanno sentenziato senza pietà che l'ATO Toscana Sud si conferma l'ambito peggiore della Toscana, con una R.D. del 38,69% come media tra le 3 province (sostanzialmente la stessa del 2014) rispetto al 53,47% dell'ATO Centro e al 47,94% dell'ATO Costa...stavolta voglio parlare d'altro.

Il territorio della Provincia di Siena ha visto una crescita costante della R.D. tra il 2002 (27,12%) ed il 2010 (44,99%) e poi – ma che strano – dal livello di quell'anno non si “schioda” più, anzi nel 2015 è leggermente diminuita al 44,67%...Cosa sarà mai successo nel senese che potrebbe aver impedito il progressivo incremento di quelle percentuali negli ultimi 6 anni? Non sarà mica colpa dell'entrata in funzione a regime di un'altra linea, nuova di zecca, dell'inceneritore di Poggibonsi, che ha “stoppato” ogni velleità di migliorare la performance di R.D., dovendo bruciare monnezza al massimo delle potenzialità?

Per restare in tema, ho visto che la Consigliera regionale piddina Vadi – nel commentare i risultati non positivi della R.D. 2015 nel Valdarno aretino– dice che dobbiamo capire bene le ragioni che hanno portato ad un così netto arretramento della differenziazione...Cosa potrebbe essere accaduto di così grave, da “stoppare” le magnifiche sorti e progressive dell'incremento della R.D.? Non sarà mica colpa della riduzione generalizzata della produzione di rifiuti dovuta alla crisi, tale che se “vogliamo” che il Polo impiantistico di Podere Rota – in particolare il selettore e la discarica – lavorino a regime, occorre che si arresti la crescita della R.D. e che arrivino a Terranuova più rifiuti indifferenziati, i cd “tal-quali”, possibile?

In entrambi i casi, come diceva Andreotti, a pensar male si fa peccato ma spesso ci s'azzecca...

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00