Prima Pagina | Politica società diritti | Voto domiciliare, voto assistito e annotazione permanente del diritto di voto assistito

Voto domiciliare, voto assistito e annotazione permanente del diritto di voto assistito

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Voto domiciliare, voto assistito e annotazione permanente del diritto di voto assistito

 

 

Anche per il referendum costituzionale del 4 dicembre, sono previste specifiche modalità di voto e di accesso alle urne per particolari categorie di elettori.

Gli elettori affetti da gravissime infermità tali da impossibilitare l’allontanamento dall’abitazione e gli elettori affetti da gravi infermità in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali sono ammessi al voto domiciliare. L’elettore interessato deve presentare entro lunedì 14 novembre apposita domanda all’Ufficio elettorale. La domanda è una dichiarazione in carta libera in cui l’elettore esprime la volontà  di votare presso l’abitazione in cui dimora e comunica l’indirizzo completo. Alla domanda devono essere allegati: copia della tessera elettorale e un certificato sanitario rilasciato, in data non anteriore al 20 ottobre 2016, da un funzionario medico designato dagli organi dell’Asl, dal quale risulti la sussistenza delle suddette infermità. Sarà cura dell’Ufficio elettorale trasmettere le domande al Servizio medicina legale che contatterà gli interessati.

Nel caso in cui l’elettore sia fisicamente impedito a esprimere autonomamente il voto e abbia necessità di essere accompagnato in cabina da un altro elettore deve chiedere sempre al Servizio medicina legale di via Curtatone 56, telefono 0575/255991, il rilascio di un certificato medico che attesti l’impedimento temporaneo all’esercizio autonomo del voto da presentare al presidente del seggio elettorale. Se l’elettore non presenta alcun certificato, competerà al presidente di seggio valutare, di volta in volta, l’effettivo impedimento fisico. L’esercizio del voto assistito è consentito, in assenza di certificazione, nel caso in cui l’elettore sia affetto da menomazione evidente.

Nel caso in cui l’elettore sia affetto da infermità permanente, può presentare all’Ufficio elettorale la domanda per l’apposizione, sulla tessera elettorale, dell’annotazione permanente del diritto al voto assistito (simbolo AVD). Alla domanda deve essere allegata la documentazione sanitaria, o pensionistica nel caso dei non vedenti civili, attestante l’impossibilità a esercitare autonomamente il diritto di voto. Tale attestazione verrà riportata anche sulle successive tessere elettorali rilasciate all’elettore senza necessità di rinnovare la certificazione sanitaria. Per la suddetta certificazione gli elettori possono rivolgersi sempre al Servizio medicina legale.

Per ogni ulteriore informazione, l’Ufficio elettorale è contattabile ai numeri telefonici 0575 377239 – 377199 – 377229 oppure tramite mail: [email protected]

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0