Prima Pagina | Politica società diritti | Macrì: "dialogo e trasparenza, le stelle polari del viaggio imprenditoriale di Estra"

Macrì: "dialogo e trasparenza, le stelle polari del viaggio imprenditoriale di Estra"

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Macrì: "dialogo e trasparenza, le stelle polari del viaggio imprenditoriale di Estra"

Presentato stamani, nella del Consiglio comunale di Arezzo, il bilancio di sostenibilità

 

 "La responsabilità sociale è nel dna di Estra. E non solo per obbligo di legge ma anche per scelta nella convinzione che dobbiamo gestire un patrimonio pubblico secondo criteri precisi. Al momento del mio insediamento, ho sottolineato due elementi per me fondamentali. Il primo è il dialogo, continuo e costante con i Sindaci ma anche con gli stakeholder dell'azienda. Voglio coinvolgere ancora di più i Comuni nella definizione e nell'attuazione delle strategie di fondo di Estra. Il secondo elemento è la trasparenza della nostra azione: gli amministratori delle aziende pubbliche non devono mai assumere una visione proprietaria dell'impresa di cui sono stati chiamati alla guida".

Il Presidente di Estra, Francesco Macrì, ha così sottolineato la coincidenza della sua visione di Estra con il Bilancio di sostenibilità, presentato stamani nell'aula del Consiglio comunale di Arezzo. E l'Amministratore delegato dell'azienda, Alessandro Piazzi ha dichiarato che "il Bilancio di sostenibilità evidenzia le funzioni sociali di Estra. Un elemento importante che aiuta a confermare come in pochi anni l'azienda abbia vinto la scommessa fatta nel 2010 al momento della sua costituzione". E come la strada, seppur in salita, continui a portare lontano: "la semestrale 2016 è confortante".

La validità delle buone e costanti relazioni tra Estra e i Comuni, è stata confermata dal Sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli: "nel mettere a punto il rendiconto del mio primo anno di attività, ho verificato di aver incontrato oltre 3.000 cittadini. Ebbene, nessuno di loro mi ha posto un problema relativo a Estra. Il Sindaco è naturalmente il recettore dei molti problemi dei cittadini e il fatto che tra essi non rientri l'erogazione del metano e quindi Estra, è un buon indice della qualità dell'azienda. E il tema della sostenibilità è anche nostro. Solo due esempi: abbiamo diminuito la tassa sui rifiuti e ridotto da 59 e 25,8 giorni il tempo medio di pagamento delle fatture".

Attenzione ad Estra e ai bilanci di sostenibilità anche da parte della Camera di Commercio. Il Direttore Giuseppe Salvini: "l'esperienza di Estra è particolarmente importante in un territorio come il nostro dove la sostenibilità rischia di scontrarsi con un sistema economico nel quali il 90% delle imprese ha meno di 5 addetti. Una soluzione potrebbe essere la sostenibilità di distretto e in ogni caso va affermata una visione d'impresa per la quale non conta solo il prodotto ma anche la difesa dell'ambiente e la tutela del diritti dei lavoratori".

Il Bilancio di sostenibilità di Estra è stato presentato sia dalla struttura interna che da docenti dell'Università di Siena. Fabio Frangipani si è occupato di ambiente e formazione, Saura Saccenti di valore aggiunto e di bilancio integrato. Per l'università sono intervenuti i docenti Maria Pia Maraghini, Patrice De Micco. Michele Rossi e Francesca Bianchi. E' stato evidenziato come Estra abbia drasticamente ridotto le emissioni di inquinanti in atmosfera e la quantità di rifiuti prodotti; sviluppato una forte politica di formazione con 40 ore ad addetto e con il coinvolgimento degli studenti nei progetti di alternanza tra scuola e lavoro e infine come abbia prodotto in un solo anno 182 milioni di euro per il territorio. Una cifra importante che è stata sottolineata anche da Roberto Banchetti, chiamato al microfono dal suo successore al vertice di Estra, Francesco Macrì: "i servizi pubblici locali fanno parte del sistema della pubblica amministrazione ma sono ormai componente essenziale del sistema economico del Paese".

Nel corso del confronto. moderato da Giorgio Lonardi di Repubblica Affari & Finanza, sono intervenuti anche il Presidente di Coingas, Sergio Staderini e il Presidente del Consiglio comunale, Alessio Mattesini.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0