Prima Pagina | Politica società diritti | GLI OPERATORI DI NUOVE ACQUE AGISCONO LEGITTIMAMENTE IN BASE AI PROVVEDIMENTI DEGLI ENTI COMPETENTI

GLI OPERATORI DI NUOVE ACQUE AGISCONO LEGITTIMAMENTE IN BASE AI PROVVEDIMENTI DEGLI ENTI COMPETENTI

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
GLI OPERATORI DI NUOVE ACQUE AGISCONO LEGITTIMAMENTE IN BASE AI PROVVEDIMENTI DEGLI ENTI COMPETENTI

Arezzo, 20 ottobre 2016 – In merito alle gravi dichiarazioni del Comitato Acqua Pubblica di Arezzo, Nuove Acque si trova costretta a precisare nuovamente che i propri dipendenti agiscono legittimamente e nel rispetto delle direttive aziendali, che sono adottate sulla base di regole che riguardano la generalità degli utenti.

 
 
Le azioni proposte dall’ultimo comunicato del Comitato sono inaccettabili e lesive dell’immagine di persone che operano e svolgono correttamente la loro attività lavorativa nell’ambito di un servizio pubblico regolato da norme condivise a più livelli. 
 
Nuove Acque è tenuta a garantire il rispetto dei principi di parità ed uguaglianza di trattamento della generalità degli utenti in base ai provvedimenti adottati a livello nazionale dall’AEEGSI e a livello regionale dall’AIT; proprio sulla base di questi principi vengono definite le procedure che il personale applica correttamente nell’esercizio della propria attività lavorativa, nella fattispecie per la gestione delle morosità, come altresì riconosciuto dalle sentenze di due diversi giudici del Tribunale di Arezzo emesse il 13 e 21 aprile 2016. 
 
Nuove Acque non può accettare che le esternazioni del Comitato espongano il personale e la società stessa ad azioni lesive della propria dignità. Di fronte a tale situazione, la società valuterà la possibilità di presentare nelle sedi competenti gli atti necessari a tutelare il proprio operato e quello dei suoi collaboratori.
 
 
 
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0