Prima Pagina | Politica società diritti | DELEGAZIONE ARETINA NEI LUOGHI DEL TERREMOTO

DELEGAZIONE ARETINA NEI LUOGHI DEL TERREMOTO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
DELEGAZIONE ARETINA NEI LUOGHI DEL TERREMOTO

Iniziativa della Consulta del Volontariato con Provincia e alcuni Comuni per individuare l'intervento da effettuare con gli oltre 100.000 euro raccolti


Una delegazione coordinata dalla Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, con la partecipazione dei delegati dei Sindaci  di Civitella, Cortona, Lucignano, Pratovecchio-Stia e Subbiano che hanno deciso di appoggiare l’iniziativa della Consulta stessa e del rappresentante dell’Amministrazione Provinciale, si è recata ieri, martedì 11 ottobre, nelle zone del sisma del 24 agosto per individuare il Comune dove mettere in pratica il quattordicesimo “Ponte della Solidarietà”, utilizzando i fondi raccolti con le innumerevoli iniziative intraprese in tutto il territorio aretino. “Partendo dal concetto di non inviare denaro ma di realizzare qualcosa di durevole destinato alle comunità interessate – spiega il Presidente della Consulta Gabriele Romanini -, sono stati contattati i Sindaci di diversi Comuni colpiti dal terremoto, sia quelli all’interno del 'cratere' che quelli di seconda fascia, ai quali sono state esposti i nostri propositi e sono state richieste le loro necessità riguardanti principalmente le iniziative rivolte alla popolazione, con particolare attenzione ai bambini ed agli anziani. In seguito allo scambio di opinioni ed in base alle idee che sono scaturite, tenendo presenti anche le proposte che verranno inviate fra breve dai Sindaci contattati, i rappresentanti delle Associazioni e degli Enti che hanno deciso di intraprendere questo percorso comune sceglieranno il progetto nel quale investire gli oltre 100.000 euro che sono stati donati dai nostri sottoscrittori, mettendo in atto l’idea condivisa da tutti di concentrare in un solo intervento i risultati ottenuti da ciascuno. Questo modo di agire permetterà di lasciare nel tempo un segno tangibile della solidarietà della popolazione della nostra provincia nei territori dove sarà attuato il progetto prescelto. Poiché la volontà di tutti noi è quella di continuare nella raccolta di fondi e nella ricerca di altri 'compagni di viaggio', non è detto che non si possano effettuare interventi di maggior consistenza, ma intanto ringraziamo coloro che si sono impegnati nella realizzazione del progetto, ma soprattutto coloro che hanno voluto generosamente contribuire con iniziative e donazioni al già importante risultato ottenuto”, conclude il Presidente della Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile Gabriele Romanini.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0