Prima Pagina | Politica società diritti | Referendum costituzionale: le regole per gli elettori temporaneamente all’estero

Referendum costituzionale: le regole per gli elettori temporaneamente all’estero

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Referendum costituzionale: le regole per gli elettori temporaneamente all’estero

 

 

Anche gli aretini temporaneamente all’estero, in occasione dell’appuntamento referendario del 4 dicembre, avranno la possibilità di partecipare al voto. Si tratta di coloro che per motivi di lavoro, studio o cure mediche, ed eventualmente i familiari conviventi, si trovano fuori dall’Italia per un periodo di almeno tre mesi all’interno del quale ricade la data del prossimo referendum. Questi elettori potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani.

L’opzione per il voto per corrispondenza deve pervenire al Comune di Arezzo - ufficio servizi demografici - ufficio elettorale, piazza Amintore Fanfani 1, entro le 14 del 2 novembre. L’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce, in questo caso per il referendum costituzionale. La dichiarazione di opzione può essere inviata anche per fax allo 0575/377216 oppure alla mail [email protected], per posta elettronica certificata a [email protected] o ancora fatta pervenire a mano anche da persona diversa dall’interessato.

A questo indirizzo è possibile scaricare il modulo necessario 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0