Prima Pagina | Politica società diritti | “Pulizie degli stabili comunali: penalizzate dal bando le cooperative dove lavorano soggetti svantaggiati”

“Pulizie degli stabili comunali: penalizzate dal bando le cooperative dove lavorano soggetti svantaggiati”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“Pulizie degli stabili comunali: penalizzate dal bando le cooperative dove lavorano soggetti svantaggiati”

Dichiarazione del Consigliere Francesco Romizi

 

 

“Abbiamo scoperto che la prossima gara per le pulizie degli stabili comunali, dal palazzo di piazza della Libertà alle scuole, sarà fatta in modo da penalizzare le cooperative sociali di tipo B, quelle che hanno tra le loro finalità l'inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. La gara precedente è scaduta il 30 giugno e attualmente lavorano al servizio 24 addetti.

A una mia interrogazione l'assessore Nisini ha replicato che il futuro bando sarà aperto a tutti e conterrà semplicemente una clausola sociale. Quindi, un criterio fra i tanti per un piccolo punteggio in più. Presumibilmente, altre 24 persone si aggiungeranno alla fila di chi si reca presso il servizio sociale.

Inoltre, è paradossale che si penalizzino cooperative di tipo B quando il Comune è capofila di un progetto finanziato dal Fondo sociale europeo che favorisce l'inserimento lavorativo di soggetti con disabilità mentale”.


  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0