Prima Pagina | Politica società diritti | Un appello agli aretini per visitare i musei in segno di solidarietà

Un appello agli aretini per visitare i musei in segno di solidarietà

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Un appello agli aretini per visitare i musei in segno di solidarietà

I Popolari per Arezzo invitano a visitare i musei statali per coniugare la solidarietà e la cultura. Domenica 28 agosto l'intero incasso sarà devoluto in beneficenza ai territori colpiti dal sisma

 

 

 

AREZZO – I Popolari per Arezzo invitano gli aretini a visitare i musei statali per coniugare la solidarietà e la cultura. L'associazione rilancia in città la bontà dell'iniziativa del ministro dei beni e delle attività culturali Franceschini che ha deciso di devolvere tutti gli incassi dei musei statali di domenica 28 agosto per interventi in sostegno ai territori terremotati e al loro patrimonio artistico. I cittadini si sono già attivati in forme di beneficenza privata e di volontariato, ma l'occasione può essere preziosa per scoprire i tanti tesori di Arezzo e, allo stesso tempo, per mostrare vicinanza a chi è stato colpito dal sisma. Questa giornata può dunque essere il pretesto per conoscere e per apprezzare beni culturali di inestimabile valore come il Museo Casa Vasari, gli affreschi di Piero della Francesca o le collezioni del Museo Archeologico, consapevoli di poter accrescere il proprio patrimonio culturale e di poter fare del bene a chi vive una situazione di emergenza. «La cultura - commenta Massimo Soletti dei Popolari per Arezzo, - non é qualcosa di intangibile, ma è qualcosa di  concreto che deriva dalla traduzione latina di "coltivare". In questo caso ci permette di coltivare la speranza per il futuro delle comunità colpite dal terremoto, dunque l'appello che rivolgiamo a tutti gli aretini è a non lasciar cadere nel vuoto questa grande iniziativa di solidarietà promossa dal Mibact». 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0