Prima Pagina | Politica società diritti | Caneschi e De Robertis: "una Giostra di solidarietà"

Caneschi e De Robertis: "una Giostra di solidarietà"

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Caneschi e De Robertis: "una Giostra di solidarietà"

Dichiarazione del consigliere comunale e segretario Pd, Alessandro Caneschi

 

Ho chiesto al Sindaco Ghinelli, al vice Sindaco Gamurrini e al Presidente dell'Istituzione Giostra, Franco Scortecci di devolvere gli utili dell'edizione straordinaria della nostra rievocazione storica alle popolazioni terremotate. Quanto accaduto nelle zone colpite è di una gravità eccezionale, in relazione al numero delle vittime e ai danni provocati. Le persone che hanno perduto tutto, hanno diritto alla massima solidarietà Il Pd sia a livello nazionale che locale che si è già attivato ma ritengo che in questo caso la città di Arezzo abbia l'opportunità di dimostrare, in modo concreto e tangibile, la sua vicinanza mettendo a disposizione gli utili derivanti dall'edizione straordinaria della Giostra del Saracino. Tanto più che essa è dedicata al Giubileo della Misericordia.

La Giostra della Misericordia ma anche della Solidarietà

De Robertis (Pd): “Le autorità ospiti in tribuna d’onore donino l’equivalente del biglietto”

“L’edizione straordinaria della Giostra del Saracino è stata dedicata al Giubileo della Misericordia. Si svolgerà nel pieno del dramma delle popolazioni terremotate dell’Italia Centrale e potrebbe quindi diventare anche la Giostra della solidarietà. Molti autorevoli esponenti istituzionali e politici aretini hanno proposto di devolvere gli utili della manifestazione alle famiglie che oggi vivono in attesa che la vita possa per loro riprendere. E perché questo accada, hanno bisogno della solidarietà di tutti. Condivido, quindi, la proposta di devolvere ad esse gli utili della Giostra aggiungendo quanto le autorità ospiti in tribuna d’onore vorranno sottoscrivere, come ad esempio l’equivalente del costo del biglietto di tribuna A. E’ un piccolo gesto che si sommerà certamente a quanto ciascuno sta già individualmente facendo in questo ore ma sarebbe un segnale che vedrebbe Arezzo perfettamente unita e solidale nel giorno della sua più importante manifestazione”.

Così Lucia De Robertis, consigliere regionale Pd e vicepresidente dell’Assemblea toscana, sulla solidarietà nei confronti delle popolazioni colpite dal sisma.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0