Prima Pagina | Cronaca | Il comandante generale dell’arma dei carabinieri, generale di corpo d’armata Tullio Del Dette in visita al comando provinciale carabinieri di Arezzo

Il comandante generale dell’arma dei carabinieri, generale di corpo d’armata Tullio Del Dette in visita al comando provinciale carabinieri di Arezzo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il comandante generale dell’arma dei carabinieri, generale di corpo d’armata Tullio Del Dette in visita al comando provinciale carabinieri di Arezzo

 

Il generale di corpo d’armata Tullio Del Dette, comandante generale dell’arma dei carabinieri, nel pomeriggio odierno, si e’ recato in visita alla caserma intitolata alla m.o.v.m. appuntato dei carabinieri “Carmine Della Sala”,  sede del comando provinciale dei carabinieri di Arezzo, dove è stato ricevuto dal generale di brigata Emanuele Saltalamacchia, comandante della legione carabinieri Toscana, dal colonnello Luigi Arnaldo Cieri, comandante provinciale di Arezzo, dagli ufficiali in servizio nella provincia, da una rappresentanza di militari di ogni ordine e grado dei reparti dell’arma, nonché dell’associazione nazionale carabinieri di Arezzo e degli organi di rappresentanza militare.

Il generale, nel portare il proprio saluto a tutti i carabinieri della provincia, ha ringraziato il personale per il quotidiano impegno costantemente e proficuamente profuso, soffermandosi sull’importanza della credibilità istituzionale, riconducendola sostanzialmente a quella di ogni suo singolo componente, fondamento del rapporto di fiducia tra l’arma e i cittadini, illustrando brevemente le innovazioni in atto nell’istituzione e ringraziando i familiari dei militari per la loro capacità di condividere i sacrifici giornalmente affrontati.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto ai rappresentanti dell’arma in congedo che, negli anni del servizio attivo, hanno contribuito in maniera determinante alla “costruzione” del prestigio dell’istituzione.

Il comandante provinciale, col. Cieri, a sua volta ha espresso un particolare ringraziamento al comandante generale dell’arma dei carabinieri per la sua rinnovata presenza tra i carabinieri di Arezzo e per le espressioni pronunciate nel suo saluto e ha evidenziato il costante sforzo profuso da tutti i carabinieri della provincia, a tutela della legalità e per rispondere con sempre maggiore efficacia alla crescente domanda di sicurezza dei cittadini.

Al termine dell’incontro con i militari, il comandante generale si è intrattenuto per un breve scambio dei saluti con il prefetto di arezzo, dott.ssa Alessandra Guidi, il procuratore della repubblica, dott. Roberto rossi e il comandante provinciale del corpo forestale di arezzo, dott. Claudio Damico.

Precedentemente il generale di corpo d’armataTullio Del Dette accompagnato dal generale di brigata Emanuele Saltalamacchia, dal colonnello Cieri e dal mar. A. S.ups Pietro Vagnetti, della stazione di Arezzo, si è recato presso l’abitazione del vice brigadiere in congedo Alessandro Mancino.

L’alto ufficiale ha espresso parole di grandissimo apprezzamento ed elogio al vice brigadiere Mancino, uno dei pochi superstiti dell’arma della seconda guerra mondiale, per una vita straordinaria vissuta tra le file dell’arma, in un periodo storico molto difficile e complesso.

Il vice brigadiere Mancino nato l’11 agosto 1912 a randazzo (ct), ma residente in arezzo dal 1965, ha prestato servizio per 33 anni nell’arma, in varie parti d’italia ed ha inoltre partecipato agli aventi bellici della seconda guerra mondiale, in territorio d’africa e di albania.

Nel corso dell’incontro, durante il quale il vice brigadiere ha ricordato alcuni momenti fondamentali della sua carriera militare e della sua vita, vi sono stati dei attimi di particolare suggestione ed intensa commozione, che hanno coinvolto tutti i presenti.

Al termine il comandante generale e gli altri ufficiali e sottufficiali in visita hanno salutato il vice brigadiere Mancino e la sua consorte, uniti in matrimonio di oltre 72 anni, con l’augurio e la promessa per l’anno prossimo di rinnovare l’incontro.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0