Prima Pagina | Politica società diritti | “Profughi? Basta buonismo”

“Profughi? Basta buonismo”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“Profughi? Basta buonismo”

Ancora spaccio. Ancora aretini coinvolti e ancora un sedicente “profugo”. E un dato allarmante: questi fatti avvengono spesso davanti e dentro le scuole.

Smettiamo di definirli profughi: l’80% degli immigrati clandestini che arrivano in Italia non provengono da zone di guerra ma semplicemente approfittano del buonismo e della sudditanza al politicamente corretto che ci sta portando alla rovina.

Tutti parlano di donne e bambini, ma abbiamo occhi per vedere uomini giovani e aitanti: che arrivati qua bighellonano tutto il giorno, quando va bene. Perché quando va male cadono nella rete della malavita, dallo spaccio alla prostituzione.

Per quello che riguarda Arezzo la misura è colma da un bel po’ ed è arrivato il momento di dire stop ad altri arrivi indiscriminati: gli altri Comuni della provincia facciano la loro parte e a Roma si sveglino perché qui è in atto un esodo di massa che porterà gravi conseguenze al tessuto economico e sociale di tutta Italia.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00