Prima Pagina | L'opinione | Sulla appartenenza alla massoneria di Darwin (con omaggio a 'na capa tanto)

Sulla appartenenza alla massoneria di Darwin (con omaggio a 'na capa tanto)

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Sulla appartenenza alla massoneria di Darwin (con omaggio a 'na capa tanto)

Con le prime riflessioni sul suo genio e sulle maledizioni rivoltegli.

 
 
Erano mesi che avevo il suo lavoro principale, "sulla origine delle specie..", davanti a me.
Avevo l'impressione che la lettura di quelle 284 pagine non sarebbe stata agevole e quindi ho iniziato con un libro che mi introducesse alla sua figura e alle sue opere. Meglio assai.
Per ora ho capito che non avevo capito niente. Dal liceo ero uscito con l'impressione che Darwin fosse un naturalista dilettante che, con grande facilità grazie alla sua visita alle isole Galapagos, avesse fatto una facile considerazione (tipo 2 + 2 =4) comprendendo le dinamiche della selezione naturale delle specie. Quasi roba da ragazzi, bastasse essere vispi.
Niente di più sbagliato. Certo con errori che la attuale conoscenza impietosamente sottolinea.
Darwin era di fatto un naturalista dilettante quando partì per il suo viaggio sulla Beagle, oltre tre anni intorno al mondo, ma la redazione della sua opera principale richiese 20 anni di impegno, e fu preceduta da saggi su numerosi temi proponendolo quale scienziato noto in tutto il mondo.
Non fu proprio per niente una scoperta casuale, quasi che tutti avrebbero potuto vederla, bensì il frutto di approfondite riflessioni che solo una mente superiore, con una capacità di astrazione straordinaria, con una forza di volontà duratura poteva concepire. Come si vede nella foto doveva avere un cervello gigantesco, diversamente non sarebbe stato sepolto insieme a Newton.
Sto facendo una lettura faticosa, a sorsi, con intervalli, spesso tornando indietro, ma per ora non ho trovato motivo per maledirlo come i creazionisti amano fare.
Nell'unica frase trovata sinora nella quale egli utilizza il termine "Creatore" mi pare evidente voglia sottolineare la profonda differenza tra l'opera della creazione e la capacità degli esseri umani di sviluppare variazioni a loro utili, selezioni (appunto) di specie domestiche, piante o fiori: per lui la prima è superiore perché l'uomo non può arrivare a tanto, un paragone inazzardabile.
I creazionisti accaniti, oltranzisti web che si trovano specialmente nella società statunitense (the vigilant christian, goldlike production e simili), ce l'hanno a morte con Darwin che offenderebbe Dio. Lo individuano come uno dei peggiori componenti della setta degli illuminati, quella che -secondo loro- governa il mondo a scapito di tutti gli altri perché devoti a Satana. Per capirsi, uno degli ultimi nominati nelle file degli illuminati è Hillary Clinton, definita l'isis in sè.
Arrivano ad arruolare Darwin fra i massoni: questo pare storicamente falso e decisamente improbabile. Mancanza di documenti, la circostanza che né una istituzione o loggia massonica si è mai vantata della sua presenza, mai lo ha premiato pubblicamente per il suo valore, inducono al no, poi uno che passa la sua vita a riflettere, studiare e scrivere, sperimentare non ha molto tempo per altre attività, specie se passa gli ultimi cinquant'anni della sua vita combattendo pure con una salute assai precaria.
Fosse stato massone, ad Arezzo forse non poteva essere un buon consigliere comunale: però poteva denunciare le scie chimiche, la falsità dell'allunaggio del 1969, il chip sotto pelle che mettono i cattivi ed altre amenità. Oppure chiedere che dichiarassero la loro eventuale appartenenza alla massoneria tutti coloro che sono eletti, nominati o lavorano in Comune.
Mi dispiace che questa richiesta venga da eletti M5S che conosco e rispetto.
Potrei dire che conosco massoni che detestano massoni, profani che detestano massoni e massoni che detestano profani. Conosco bischeri da ambo i lati. A significare che le sfaccettature sono molteplici ed è dannoso guardare al dito che indica la luna.
Parlare male di tutti i massoni e di conseguenza della massoneria vale come dire che tutti i grillini sono imbecilli e idem, di conseguenza, il Movimento5Stelle.
Per fortuna non è così. Non mi fate ricredere
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00