Prima Pagina | Politica società diritti | Polemiche pretestuose

Polemiche pretestuose

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Polemiche pretestuose

Il Coordinamento di ORA

 

Pur comprendendo il momento di "confusione" che sta vivendo il Pd, in Italia e ad Arezzo, in una fase di decomposizione che terminerà, verosimilmente, con il referendum boschianrenziano, ci sfugge la logica che li spinge alla polemica a tutti i costi.

Dapprima con una pretestuosa interrogazione, colma di inesattezze ed errori, del proprio segretario comunale contro Back in Time in cui è palese la poca conoscenza delle norme in materia.

Ma verrà il momento giusto per riparlarne.

Poi, non contenti, sulla questione eternit usando due pesi e due misure a seconda delle convenienze. 

Tanto da (ri)dire per il mercato ortofrutticolo, dove il vicesindaco è già intervenuto con un intervento da centomila euro e con puntualità svizzera a sanare una situazione non certo recente.

Silenzio assoluto sulla situazione, ben più grave, di via Malpighi per non urtare la suscettibilità del (loro) re di ArezzoCasa al quale, però, il sindaco ha affiancato un attento principino (non tanto "ino", a dire il vero) a far le pulci.

E non si accampi la scusa dell'urgenza: il problema è noto - e grave - da anni e loro e il loro "re" avevano il tempo ed il dovere, non solo morale, di intervenire ben prima che l'evento del 13 luglio lo facesse deflagrare mettendo in difficoltà molte famiglie che, evidentemente, per loro contano meno del "re" e degli interessi di bottega.

Vi aspettiamo alla prossima polemica, pronti con una nuova soluzione.

#statesereni

 

 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0