Prima Pagina | Territori | Grazie Claudio Maggini

Grazie Claudio Maggini

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Grazie Claudio Maggini

 

Tutto è bene ciò che finisce bene, ma...

come mai il comune di Anghiari è dovuto ricorrere di recente al lavoro gratuito di un suo assessore ?  Qualcuno si è fatto questa domanda ? Forse la nuova giunta una volta insediata si è resa conto di quali sono le reali condizioni delle casse comunali ? Se così fosse, cosa sta aspettando a rendere partecipi i cittadini dell’amara realtà ? Perché la giunta sta “lavorando” in silenzio e non comunica con la stampa sulle questioni importanti ? Di cosa si sta occupando ? Dove sono i 152000 Euro di attivo dichiarati dalla precedente amministrazione ? Ancora questione di bilanci ? Quanto dovremo ancora aspettare per avere qualche risposta ?

Martedì 19 Luglio ad Anghiari è successo un fatto che ha coinvolto  la nuova amministrazione comunale, e che, secondo il nostro pensiero, nonostante il clamore che ha suscitato non è stato ancora correttamente valutato nella sua portata.

L’Assessore Claudio Maggini, presupponiamo d’accordo con il sindaco Alessandro Polcri e tutta la Giunta Comunale, ha provveduto  a mettere in sicurezza la Galleria Girolamo Magi sistemandola in alcune sue parti che potevano  rappresentare un pericolo per i passanti.

Interessante osservare come una parte della stampa locale, compreso l’house organ del comune, abbia subito gridato al miracolo titolando

“L'assessore all'assetto del territorio e all'ambiente Claudio Maggini sale sulla gru e mette in sicurezza le parti deteriorate della Galleria Girolamo Magi. Senza nessun costo per il Comune di Anghiari. E' successo martedì 20 luglio ad Anghiari. Il neo eletto assessore Maggini della Giunta guidata dal sindaco Alessandro Polcri, è salito sulla gru - ha un'azienda edile - ed ha messo in sicurezza le parti che si stavano deteriorando della Galleria Girolamo Magi. Tutto gratuitamente.”... senza minimamente approfondire la questione.

Anche noi come cittadini Anghiaresi ci sentiamo certamente di ringraziare ed apprezzare il gesto del nostro prezioso e stimato restauratore, ma questo non ci può esimere dal ragionare meglio su quanto è accaduto, che secondo noi è grave proprio perché non coinvolge dei semplici cittadini, ma un assessore ed un sindaco,  persone che hanno degli incarichi pubblici, che del loro operato devono rendere conto a tutti gli elettori.

Il sindaco Alessandro Polcri si è assunto infatti una grave responsabilità nel permettere o nel chiedere a Claudio Maggini di eseguire tale intervento senza seguire la procedura che la legge impone. Ha dato a nostro parere anche un esempio negativo a tutta la comunità Anghiarese, facendo passare un messaggio che un ente pubblico non può permettersi di inviare. Gli enti pubblici sono i primi a doversi attenere alle regole, poiché per primi le dettano e sono tenuti a farle rispettare. Chi non si attiene alla legge non può poi chiederne il rispetto.

La Soprintendenza e l’ufficio tecnico del comune erano tenuti in questo caso a fare il loro lavoro e a farlo con attenzione, data l’importanza del monumento che si andava a toccare, vista la pericolosità dell’intervento. Un comune cittadino che viene solitamente assillato da regolamenti a volte quasi impossibili da rispettare nello svolgimento delle proprie attività, cosa dovrebbe pensare in questo frangente ? I modi di amministrare cambiano, ma le leggi restano: nessuno può agire ignorando le regole, tantomeno, lo ribadiamo, può farlo un ente pubblico, per quanto buone possano essere le intenzioni che dettano tale comportamento.

 

Movimento Cinque Stelle Anghiari 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0