Prima Pagina | Politica società diritti | MATRIMONIO EBRAICO A MONTE SAN SAVINO

MATRIMONIO EBRAICO A MONTE SAN SAVINO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Antica Sinagoga del Monte San Savino Antica Sinagoga del Monte San Savino

 

 

‘Un matrimonio ebraico’, un progetto del Comitato per la Rete di Cultura Ebraica in Toscana, è il tema dell’evento in programma domenica 24 luglio 2016 nell’antica Sinagoga e Teatro all'aperto di Monte San Savino, programmato nell’ambito della rassegna del ‘Festival delle musiche’.  Un “inno alla vita” per celebrare l’antica presenza ebraica a Monte San Savino il cui programma si aprirà alle ore 19:00 presso l’antica Sinagoga di via Salomon Fiorentino con ‘Il baldacchino nuziale’ e le musiche tradizionali degli ebrei di Toscana. «Si partirà dai locali della antica sinagoga dove celebreremo il rito della “chuppà”, il baldacchino nuziale, con i canti della tradizione ebraica toscana – spiega Enrico Fink , direttore artistico della Rete di Cultura Ebraica in Toscana - poi un corteo di musicisti attraverserà il centro storico cittadino e accompagnerà “chattàn e kallà”, sposo e sposa, fino allo splendido giardino del Palazzo Comunale e all'Anfiteatro dove tutti i partecipanti potranno partecipare al buffet preparato secondo le regole della cucina ebraica». L’appuntamento è al Palazzo Comunale dove alle ore 20:00 è prevista l’apericena con assaggi di cucina ebraica preparata da Dream Chef di Stefano Bellini e dallo chef Jean Michel Carasso, mentre alle ore 21:00 al Teatro all’aperto musica e balli tradizionali con Enrico Fink e i solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo (Ingresso libero – apericena Euro 10,00 - Informazioni e prenotazioni: tel. 0575 27961 – 338 8431111). L’Orchestra Multietnica di Arezzo (OMA – #omarezzo), nasce nel 2007 da un percorso formativo, aperto alla partecipazione di musicisti italiani e stranieri e finalizzato alla conoscenza e all’approfondimento delle strutture di base delle musiche tradizionali delle aree del mediterraneo, per incrociarle con la tradizione italiana ed europea e predisporre un repertorio basato sulla contaminazione. Enrico Fink, musicista, attore, autore teatrale, è considerato uno dei principali interpreti della tradizione ebraica in Italia, mentre per quanto riguarda la presenza ebraica a Monte San Savino i primi documenti risalgono al 1626 attestando la concessione da parte del marchese Bertoldo Orsini agli ebrei Elia Passigli e Angelo Pesaro di aprire un banco di prestito e gestire altre attività mercantili. Esiste ancora oggi nel centro cittadino la via del piccolo quartiere ebraico, con la casa del rabbino e la sinagoga. Per la cronaca, infine, i possessori del biglietto della mostra ‘Andrea Sansovino profeta in patria’ hanno il diritto all’accesso degli spettacoli a pagamento del Festiva del Festival Musicale Savinese a prezzo ridotto. Viceversa anche per i possessori del biglietto  del Festival Musicale Savinese per la mostra ‘Andrea Sansovino profeta in patria’.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0