Prima Pagina | Politica società diritti | Il Comune di Arezzo assegna 19 appartamenti di edilizia residenziale pubblica

Il Comune di Arezzo assegna 19 appartamenti di edilizia residenziale pubblica

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il Comune di Arezzo assegna 19 appartamenti di edilizia residenziale pubblica

 

Sono 19 i nuovi alloggi di proprietà del Comune di Arezzo, ubicati in piazza San Gemignano, assegnati attraverso la graduatoria di edilizia residenziale pubblica. Gli alloggi, di varie metrature, sono collocati su diversi piani e sono accessibili da parte di soggetti con disabilità: 9 monolocali, 4 bilocali, 5 trilocali, 1 quadrilocale. Tra gli assegnatari, 12 nuclei familiari sono composti da ultra-sessantacinquenni e in 4 ci sono invalidi.

“Soddisfazione per questo risultato – ha sottolineato l’assessore Tiziana Nisini – ma in questo momento è necessario dare priorità all’emergenza seguita al maltempo. Ecco perché ho pensato di non tenere la prevista conferenza stampa e di dare la priorità ai sopralluoghi in città, presso gli edifici appartenenti al patrimonio residenziale pubblico, per avere un quadro della situazione e dei danni subiti dagli immobili e per portare solidarietà e aiuto concreto ai cittadini”.

Al piano rialzato si trovano 2 alloggi di circa 30 e 66 metri quadrati. Al primo piano sono stati realizzati 7 alloggi: uno privo di barriere architettoniche di circa 33 metri quadrati, 5 di dimensioni comprese tra i 30 e i 40 e uno di 71 metri quadrati. Al secondo piano si trovano 6 appartamenti di cui 4 di dimensioni tra i 30 e i 40 metri quadrati e 2 di circa 60. Al piano intermedio vi è un unico alloggio di circa 71 metri quadrati mentre al terzo piano sono stati realizzati 3 appartamenti: uno di circa 45, uno di circa 50 privo di barriere architettoniche e uno di circa 55 metri quadrati.

L’immobile, un ex istituto scolastico, venne acquistato dal Comune di Arezzo nel giugno 2011 per 2 milioni di euro circa. L’intervento, redatto dall’ufficio tecnico di Arezzo Casa, ha beneficiato di un finanziamento regionale di 3.476.778,50 euro. Due le fasi che hanno interessato i lavori: la prima ha riguardato le parti strutturali dell’edificio, la seconda le opere interne, gli impianti e le finiture. I lavori sono stati ultimati nel febbraio di quest’anno.

I piani fuori terra sono adibiti a uso residenziale tra appartamenti e spazi comuni, mentre il piano seminterrato è ancora destinato fino al 2017 a uso mensa per la scuola limitrofa. Tutti gli appartamenti sono completati da spazi comuni: al primo piano una terrazza che si affaccia su una corte interna, al piano ammezzato quattro piccole cantine, al piano sottotetto un locale lavanderia. La terrazza di copertura dell’edificio è raggiungibile anche con l’ascensore.

L’edificio è completato, a piano terra, da una sala polivalente autonoma rispetto al condominio. L’intervento di recupero è stato caratterizzato da una particolare attenzione al risparmio energetico con un impianto di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria centralizzato e integrato dai pannelli solari installati su metà della copertura.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0