Prima Pagina | Politica società diritti | Nubifragio, l’amministrazione comunale chiederà lo stato di emergenza alla Regione

Nubifragio, l’amministrazione comunale chiederà lo stato di emergenza alla Regione

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
L'interno del palazzetto dello sport L'interno del palazzetto dello sport

 

 

In seguito alla violenta grandinata e alla tromba d’aria che si sono abbattute sulla città l’amministrazione comunale ha intenzione di chiedere alla Regione lo stato di emergenza. Il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini e l’assessore alla protezione civile Barbara Magi fin dai primi minuti del nubifragio hanno monitorato di persona la situazione spostandosi nelle zone della città maggiormente colpite. Sono state mobilitate tutte le risorse comunali disponibili, quelle relative al volontariato, nonché le ditte convenzionate con il Comune. L’assessore Lucia Tanti ha fatto un sopralluogo al palazzetto dello sport Mario d’Agata e si è attivata per eventuali necessità correlate ai servizi sociali. Il sindaco Alessandro Ghinelli, fuori città per un breve periodo di vacanza, è immediatamente rientrato ad Arezzo. “Era doveroso tornare per verificare direttamente quanto accaduto – ha spiegato il sindaco. Ci vorranno alcuni giorni per fare un bilancio dei danni e tornare alla normalità. Faremo tutto quello che è in nostro potere per sostenere i cittadini per far fronte a questa emergenza”. 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0