Prima Pagina | Cronaca | Verso il restyling della piazza della stazione ferroviaria, il raddoppio del sottopasso di via Baldaccio D’Anghiari e l’abbattimento delle barriere architettoniche

Verso il restyling della piazza della stazione ferroviaria, il raddoppio del sottopasso di via Baldaccio D’Anghiari e l’abbattimento delle barriere architettoniche

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Verso il restyling della piazza della stazione ferroviaria, il raddoppio del sottopasso di via Baldaccio D’Anghiari e l’abbattimento delle barriere architettoniche

Incontro tra il sindaco Alessandro Ghinelli e il direttore territoriale produzione di Firenze di RFI

 

Il sindaco Alessandro Ghinelli, insieme al vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini, ha incontrato Efisio Murgia, direttore territoriale produzione di Firenze di Rete Ferroviaria Italiana. Nel corso dell’incontro, che si è svolto in un clima di cordialità e di condivisione di intenti, sono stati presentati importanti lavori che interessano l’area ferroviaria come: la riqualificazione della piazza, il raddoppio del sottopasso di via Baldaccio d'Anghiari e l’abbattimento delle barriere architettoniche. “Il direttore ha manifestato disponibilità rispetto al percorso progettuale e realizzativo che ha intenzione di intraprendere l’amministrazione – ha spiegato il sindaco. Sono opere determinanti per la città. Piazza della Repubblica, dove si affaccia la stazione, ha necessità di interventi di riqualificazione, in quanto, versa da troppo tempo in uno stato di degrado. In fondo rappresenta il biglietto da visita per tutti coloro, e sono tanti, che raggiungono Arezzo in treno. Significativo anche il raddoppio del sottopasso di via Baldaccio d’Anghiari, poiché è nostra intenzione sottolineare le importanti funzioni di transito e sosta della zona”.

Rete Ferroviaria Italiana si è inoltre impegnata a intervenire per l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti nella stazione di Arezzo.

Nello specifico saranno rialzati a 55 centimetri i marciapiedi 1, 2 e 3, secondo lo standard previsto dai servizi ferroviari metropolitani, consentendo così a tutti i viaggiatori una più agevole entrata e uscita dai treni. Contestualmente sarà realizzato anche un percorso tattile a terra per gli ipovedenti.

Le attuali piattaforme elevatrici verranno sostituite con ascensori di ultima generazione per garantire un migliore accesso alle persone a ridotta mobilità ai tre marciapiedi dal sottopassaggio di stazione. Infine, sarà installata una nuova illuminazione a led nel sottopasso e sotto le pensiline
.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0