Prima Pagina | L'opinione | La GB saluta l'Europa...

La GB saluta l'Europa...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La GB saluta l'Europa...

Riflessione sulla democrazia

 

Al suono intenso e costante dei tamburi di guerra (oggi i media), sciamani preparati e "scafati", hanno aizzato e gestito guerre fratricide e di sterminio per il loro personale potere, fin da quando l'uomo si copriva di frasche e uccideva con le lance e le frecce. 
E' la forza della persuasione, che sa solleticare dello spirito della tribù, della difesa del territorio. 
E' lo spirito che trova la sua origine nella nostra animalità e sfocia nell'insofferenza e poi nell'odio, che attecchisce nelle classi piu’ deboli, tra i defraudati in cerca di riscatto e tra i falliti.
Queste ondate di insofferenza si autogenerano, ed è inutile nasconderlo, sono facilmente interpretabili con la banalità. 
Per attribuire la colpa di qualsiasi disgrazia a qualcuno o a qualcosa, ci vogliono pochi secondi, è un messaggio facile, a misura di spot pubblicitario, tutti lo capiscono e dà soddisfazione a chi si sente defraudato. 
La tecnica del ricercare un colpevole, anzi un capro espiatorio è facile e usata da quando esiste il mondo. 
Spiegare perché questo tipo di slogan è sbagliato, richiede più tempo, richiede un discorso articolato, richiede la pazienza di ascoltare o di leggere per più di qualche secondo, di pensare con la propria testa e di utilizzare il cervello. Ma quel che è peggio, non dà nessuna facile consolazione, non prospetta una soluzione immediata.
Sia ben chiaro, nemmeno chi fa proclami ha una soluzione immediata, però fa finta di averne, e l'effetto riesce abbastanza bene. Anzi a questo punto riesce benissimo! 
Soprattutto in chi ha speso la propria vita alla rincorsa di uno spazio fisico, alla disperata e sterile ricerca dell’avere anziché dell’essere.
Il problema è che le istituzioni europee recano vantaggi, oltre che svantaggi, ma i vantaggi e gli svantaggi si abbattono su persone diverse.

I vantaggi su chi produce, su chi fa l’imprenditore e gode delle possibilità offerte da mercato unico, o sugli studenti che girano l'europa. 
Gli svantaggi si abbattono sui vari sfigati, su chi si sente in concorrenza con gli immigrati o su chi crede che la propria tribu’ sia sottomessa alle altre, oppure che ci sia qualche papa nero che governa il mondo e che sia anche responsabile della sfiga che lo perseguita (sempre facile trovare un colpevole esterno alla sfiga).
Per questo le grandi città, le aeree urbane e industriali e i giovani hanno votato per restare in Europa, mentre le campagne e le persone piu’ anziane, hanno votato per uscire. Un ragazzotto inglese intervistato ha amaramente osservato che il pensionato senza piu’ futuro, ha deciso sul futuro dei suoi figli.

E’ la democrazia.

Ma è anche nostro compito non tacere. 
Noi non ci arrenderemo mai… 
Combatteremo lo sciamano con tutte le nostre forze e chi distribuisce facili soluzioni, cercheremo di inchiodarlo alle sue responsabilità.
Falliremo? Forse. Ma a testa alta per aver fatto quello che potevamo


PS. Alla fine saranno comunque affari loro: faran coppia con Donald. C'è chi forse sogna ancora la Compagnia delle Indie: ho paura che sarà un brusco risveglio!

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0