Prima Pagina | L'opinione | La miopia di una classe dirigente impreparata.

La miopia di una classe dirigente impreparata.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La miopia di una classe dirigente impreparata.

Il recente e clamoroso successo del grande lavoro di Christo al Lago D'Iseo "The Floating Piers", mi ha fornito lo spunto per una profonda riflessione sulle politiche culturali portate avanti da questa amministrazione.

 
 
Dopo anni di fatica e sacrifici la nostra città, pur se con evidenti problemi, si stava avviando alla conquista di un ruolo importante nel panorama artistico internazionale, le maggiori riviste d'arte parlavano di Arezzo, parlavano di rinascita culturale, di una esaltante esperienza che stava crescendo e che creava dibattito, anche acceso, sul ruolo che l'Arte può e deve avere nella società contemporanea.
Icastica è stata nel bene e nel male un esperienza importante, eccitante, innovativa, ad Arezzo ed in tutto il paese si parlava di Icastica, la si amava o la si odiava, la si esaltava o la si criticava, ma se ne parlava, si dibatteva su un evento che smuoveva le coscienze, che poneva dubbi e minava le certezze, dall'opera di Kaarina Kaikkonen i famosi panni stesi sotto le logge del Vasari a Damien Hirst e le furiose polemiche ambientaliste sull'opera presente in mostra nel 2014, per arrivare al contestato taglio di "Promenade" la grande passeggiata realizzata in Canapa sempre nello stesso anno dal trio Mauceri, Carrai, Trucchi, che la critica esaltò, tutto creava fermento culturale.
Icastica realizzava un connubio fra un importante passato purtroppo poco conosciuto e valorizzato e un brillante presente fatto di artisti giovani e capaci, figli della sperimentazione Vasariana e Pierfrancescana, perchè l'Arte Contemporanea è figlia dei grandi Maestri del passato presenti anche nella nostra città.
Ebbene si, non sto bestemmiando, i giovani artisti anche aretini, che hanno partecipato ad Icastica sono un continuum con il passato, esprimono la stessa grinta e innovazione di Piero, di Vasari, di Spinello, solo un occhio miope può non vedere il danno che è stato arrecato alla città, un danno culturale, sociale, turistico, economico e di immagine. Icastica non era perfetta, era perfettibile, e sono sempre stato il primo a dirlo anche quando ho collaborato a realizzarla.
Se l'attuale giunta fosse stata lungimirante e illuminata la avrebbe modificata, rinnovata, cambiata, ma avrebbe mantenuto il brand e il valore sociale e culturale. Icastica non è stata depennata per scelte culturali, ma per la miopia di una classe dirigente incolta ed impreparata, per un annoso metodo che vige da sempre e non solo ad Arezzo, cancellare tutto ciò che anche di buono è stato fatto, in nome del cambiamento.
Se ciò fosse avvenuto anche a Venezia non avremmo la Biennale, se fosse accaduto a Milano non avremmo la Triennale, è avvenuto ad Arezzo e non abbiamo più il valore culturale che spingeva alcuni dei nostri giovani e migliori artisti a lavorare in città, scegliendo di lavorare fuori adesso abbiamo perso una continuità. Un monarca illuminato resta sempre un monarca ma riesce a distinguere, riesce a vedere oltre il velo dell'opportunità, riesce a far crescere il suo popolo.
Il primo fine settimana di apertura "The Floating Piers", ha raccolto centomila visitatori, la stazione di Brescia è stata presa d'assalto dai turisti, i treni che già erano stati aumentati per raggiungere il lago D'Iseo si sono rivelati insufficienti e migliaia di persone hanno atteso ore per visitare il lavoro di Christo, con code di due km e possiamo solo immaginare l'enorme indotto creato da un simile evento, il ritorno turistico che avrà il Lago e tutto il territorio.
Nella vita come nella politica serve coraggio, un coraggio che non vedo in chi si adagia sull'esistente con inutili riproposizioni, un coraggio che deve far comprendere l'importanza della cultura e l'importanza che i giovani artisti lavorino ad Arezzo, un coraggio che purtroppo non appartiene a chi sta guidando una delle città più belle del nostro paese. 
 
Danilo Sensi
Critico d'Arte
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0