Prima Pagina | Territori | Consiglio Comunale unanime per tutelare e garantire il servizio dei Vigili del Fuoco di Tavarnelle

Consiglio Comunale unanime per tutelare e garantire il servizio dei Vigili del Fuoco di Tavarnelle

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Consiglio Comunale unanime per tutelare e garantire il servizio dei Vigili del Fuoco di Tavarnelle

.



Approvata all’unanimità la mozione sulla caserma dei Vigili del Fuoco di Tavarnelle presentata durante l’ultimo consiglio comunale dal vice capo gruppo di “Libera Castiglioni” Bruno Buccelletti nella quale si chiede l’impegno del Sindaco e della Giunta affinché si adoperino presso le istituzioni provinciali e nazionali per tutelare e garantire il servizio dei pompieri in Val di Chiana. La mozione prende spunto dall’ordinanza che prevede la chiusura della caserma in caso di allerta meteo per neve. “Ad oggi, in caso di chiusura, non si conosce se essista o meno un’altra sede per ospitare i Vigili del Fuoco” dichiara Bruno Buccelletti che aggiunge “quindi, considerato le gravi problematiche che deriveranno da tale situazione, essendo assai verosimile che anche la città di Castiglion Fiorentino come i comuni di Foiano della Chiana, Marciano e Lucignano in caso di emergenza si trovino nell’impossibilità di poter usufruire di un servizio efficace dato che la centrale di Arezzo oltre alla città capoluogo si trova a dover coprire i comuni della Valtiberina, mancando in quel territorio un distaccamento di vigili a servizio permanente, chiedo che vengano prese misure urgenti per tutelare il servizio in tutta la Valdichiana. Non bisogna, infatti, dimenticare che l’eventuale chiusura della struttura di Tavarnelle potrebbe mettere in difficoltà anche il territorio umbro visto che i pompieri cortonesi sono chiamati ad intervenire anche in quel territorio. In quest’ultimo caso, poi, i tempi d’intervento diverrebbero davvero insostenibili”. Il rischio dell’eventuale chiusura della caserma dei vigili del fuoco di Cortona in caso di allerta meteo per neve non è che altro l’ultimo “schiaffo” in ordine di tempo che le donne e gli uomini appartanenti al Corpo del Vigili del Fuoco sono costretti a subire. A questo si aggiungono i continui tagli al bilancio che impedisco un ricambio adeguato per quanto riguarda i mezzi e i materiali indispensabili per adempire al servizio in maniera efficace nonostate il grande impegno e la professionalità dimostrati in tutte le occasioni dagli appartenenti del Corpo.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0