Prima Pagina | Politica società diritti | “Le porte della politica: chi le sbatte e chi le apre”

“Le porte della politica: chi le sbatte e chi le apre”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“Le porte della politica: chi le sbatte e chi le apre”

Ciclo di incontri sul territorio promossi dal Pd di Arezzo e dal Gruppo Consiliare

 

 

La politica e i cittadini: la destra gli sbatte in faccia le porte del Comune, il Pd suona ai campanelli delle loro porte.

“Con i cittadini vogliamo avere un rapporto diametralmente opposto a quello tenuto della destra e confermato anche nell’ultima seduta consiliare – commenta il capogruppo Pd in Consiglio Comunale, Luciano Ralli. Inizieremo, quindi, nel mese di maggio con gli incontri sul territorio. Ne abbiamo programmati  4 e cioè quasi tutti i lunedì del mese: 2, 16, 23 e 30 maggio. Gli incontri, alle ore 21, saranno nei centri di aggregazione sociale di Agazzi, Ruscello, Indicatore e nella sede ex circoscrizione di via Pasqui ad Arezzo”.

“Saranno i primi di una serie di appuntamenti con la comunità locale – sottolinea il segretario comunale Pd. Con una logica di ascoltare le esigenze e le proposte dei cittadini. Di tutti:  quelli che abitano in centro, nelle periferie e nelle frazioni”.

“Un anno di governo – concludono Ralli e Caneschi – ha confermato l’inconsistenza amministrativa e politica della destra. Bisogna ripartire dalla persone e dal territorio per costruire unitariamente un progetto per il futuro di Arezzo. La nostra logica è quella delle porte aperte e dalle condivisione di progetti utili alla città. Pensiamo che sia necessario, dinanzi al vuoto del governo cittadino, un lavoro condiviso tra partiti, associazioni e cittadini che hanno a cuore il futuro della nostra comunità”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0