Prima Pagina | Politica società diritti | Comune di Arezzo: l’unico “immigrato” gradito è il politico

Comune di Arezzo: l’unico “immigrato” gradito è il politico

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Comune di Arezzo: l’unico “immigrato” gradito è il politico

Dichiarazione di Pd Arezzo e Pd Gruppo consiliare Comune di Arezzo

 

Prima un assessore proveniente da Siena ed uno da Montevarchi. Senza dimenticare quello che si era candidato a Sindaco di Caprese Michelangelo e Chitignano. Adesso la designazione, nel CdA di Nuove Acque, del Segretario provinciale di Forza Italia a Pistoia.

Non ne facciamo una questione di aretinità, tanto cara (quando era all’opposizione) al centro destra ma di maturazione di una classe politica e amministrativa per la città di Arezzo. L’ultima designazione evidenzia che l’area politica alla guida della città non riesce a trovare figure per incarichi di questa importanza. Una volta è un caso, due possono essere una coincidenza, tre sono un sistema.

Adesso è veramente opportuno che il Sindaco Ghinelli chiarisca quali sono i suoi rapporti con la comunità che è stato chiamato a governare. Continuare a selezione esponenti politici e amministrativi dall’esterno sta diventando un chiaro segno della sua sfiducia verso Arezzo.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0