Prima Pagina | Politica società diritti | SANITA’ AREZZO, “OLTRE 100 DIPENDENTI SENZA STIPENDIO DA TRE MESI IN 4 STRUTTURE”

SANITA’ AREZZO, “OLTRE 100 DIPENDENTI SENZA STIPENDIO DA TRE MESI IN 4 STRUTTURE”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
SANITA’ AREZZO, “OLTRE 100 DIPENDENTI SENZA STIPENDIO DA TRE MESI IN 4 STRUTTURE”

Cullurà (Nursind), “La Coop Agorà non paga i dipendenti da dicembre 2015. A breve lo stato di agitazione”

 

“I dipendenti di quattro strutture sanitarie tra Arezzo e la Valdichiana non ricevono la busta paga da dicembre dell’anno scorso: a breve saremo costretti a dichiarare lo stato di agitazione”. La denuncia arriva da Claudio Cullurà e da Claudia Betti, rispettivamente responsabile territoriale e responsabile sanità privata del Nursind, sindacato autonomo degli infermieri.

Nell’occhio del ciclone “la cooperativa Agorà, che non paga gli stipendi da tre mesi - incalza Cullurà – e sta mettendo seriamente in difficoltà oltre un centinaio di lavoratori, tra infermieri e operatori sanitari, tra cui alcune coppie sposate in cui marito e moglie lavorano entrambi per la stessa coop”.

Quattro le strutture sanitarie coinvolte: Villa Mimosa, Podere Modello in Valdichiana, Santa Rita a Terontola e la Rsa Maestrini di Arezzo. “Quest’ultima – sottolinea Claudia Betti – è di proprietà della Asl, il che rende la situazione ai limiti del paradossale: la cooperativa continua a incassare i soldi pubblici per la gestione, ma i dipendenti non vedono un centesimo”.

Nessuna rassicurazione sul futuro, spiega il segretario provinciale Nursind Cullurà: “La Coop Agorà prende tempo dicendo che a fine aprile presenterà i bilanci e in base a quelli le banche faranno credito. Ma non siamo disposti ad aspettare oltre, la pazienza dei lavori è giunta al termine: a breve daremo avvio all’iter dello stato di agitazione. Auspichiamo l’interessamento delle Istituzioni pubbliche”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0