Prima Pagina | L'opinione | Oggi è ufficialmente decaduto il Piano Interprovinciale dei Rifiuti dell’ATO Toscana sud: un sentito “grazie” a tutti quelli che hanno contribuito.

Oggi è ufficialmente decaduto il Piano Interprovinciale dei Rifiuti dell’ATO Toscana sud: un sentito “grazie” a tutti quelli che hanno contribuito.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Oggi è ufficialmente decaduto il Piano Interprovinciale dei Rifiuti dell’ATO Toscana sud: un sentito “grazie” a tutti quelli che hanno contribuito.

Il “successo” di questa iniziativa (la non approvazione del Piano) ritengo giustifichi un comunicato stampa.

 Il 9 aprile del 2014 è stato pubblicato sul BURT (Bollettino Ufficiale della Regione Toscana) n. 14 sez. II a pag. 110 il Piano Interprovinciale dei Rifiuti dell’ATO dell’Toscana sud, adottato dalle allora Provincie di Arezzo, Siena e Grosseto.

L’adozione non comportava l’entrata in vigore del Piano, a parte la clausola di salvaguardia che prevedeva la sospensione del progetto di “raddoppio” dell’inceneritore di San Zeno. Poiché solo l’ approvazione del Piano, che si sarebbe dovuta fare entro due anni dalla pubblicazione sul BURT, avrebbe fatto diventare il Piano la norma di riferimento, di fatto non cambia nulla, a parte ovviamente il “dettaglio marginale” che SEI Toscana ha riacquisito il diritto/dovere di progettare e realizzare un impianto da 75.000 tn/anno a San Zeno previsto a Bando di Gara  del valore di 82 Mln€  (IVA esclusa), che dovrebbe costare alla collettività della provincia di Arezzo circa 130-140 Ml€ in 15 o 20 anni (sia chiaro, di sola costruzione).

In questo momento mi mancano le parole  per esprimere educatamente la mia personale disistima nei confronti di tutti gli Amministratori che in questi due anni hanno contribuito a vario titolo a questo “successo”; sono comunque curioso di vedere come gli attuali Amministratori di questi territori, in particolare quelli del Comune di Arezzo, affronteranno questa “opportunità”.

Franco Romagnoli  - “Presidente” dell’”Associazione” GLI AMICI DEL COLIBRI’

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0