Prima Pagina | Economia e lavoro | Torna il mercatino delle pulci a Campo di Marte: primo appuntamento domenica

Torna il mercatino delle pulci a Campo di Marte: primo appuntamento domenica

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Torna il mercatino delle pulci a Campo di Marte: primo appuntamento domenica

Lucia Tanti: “valorizzata la tradizione dell’iniziativa, più spazio al sociale e ai controlli”

 

10 aprile, 29 maggio, 18 settembre, 23 ottobre: sono i quattro appuntamenti del 2016 con il mercatino delle pulci di Campo di Marte, organizzato sempre dall’associazione Bistrout con il patrocinio del Comune di Arezzo, assessorato alle politiche sociali, famiglia, sport e politiche giovanili. Parte del ricavato del mercatino andrà a sostegno del progetto Prestito Sociale per le famiglie della Caritas. Inoltre saranno raccolti alimenti, presso il banchino dell’associazione Bistrout, per sostenere la mensa della Caritas stessa.

“Il mercatino delle pulci – ha dichiarato Silvia Ciarpaglini – mantiene le sue caratteristiche di mercato spontaneo e non professionale. Sono proprio queste che in poco tempo lo hanno fatto diventare un punto di riferimento per giovani, amatori e famiglie che riescono a vendere, barattare e acquistare i più svariati generi di mercanzia usata o anche nuova, mai utilizzata, comunque destinata a un angolo della cantina o del soffitto. Grande cura è stata data ai partecipanti, al momento della loro iscrizione, perché non vogliamo che si creino situazioni di irregolarità. A proposito di iscritti, rilevo la presenza di moltissimi giovani e giovanissimi, da studenti a gruppi scout. E, da domenica, ci saranno due psicologhe che chiederanno ai partecipanti di raccontare se stessi e i loro oggetti. Da questo lavoro contiamo di arrivare a una mostra e, perché no, a una pubblicazione”.

“Alle finalità oramai tradizionali – ha sottolineato l’assessore Lucia Tanti – del mercatino quali la riqualificazione urbana dell’area, della socializzazione e dell’integrazione, l’amministrazione comunale ha voluto che se ne affiancasse una eminentemente sociale. La solidarietà, con la Caritas beneficiaria, si aggiunge dunque come uno dei tratti qualificanti dell’iniziativa anche per i prossimi anni. È una novità che porta il mercatino a pieno titolo nell'ambito delle politiche sociali. Il momento di pausa che ci siamo presi, dunque, non è stato a caso, è servito a sedersi attorno a un tavolo, assieme, per declinare nel modo migliore tutti gli aspetti. In questo percorso hanno avuto un ruolo importante i consiglieri comunali Meri Stella Cornacchini e Federico Scapecchi”.

“Si sono verificati in passato – ha aggiunto Meri Stella Cornacchini – aspetti critici come negozianti che approfittavano di svuotare i magazzini per un'occasione facile di guadagno. Ecco allora il piano di controllo che abbiamo messo a punto e che attiveremo già da domenica. L'iniziativa, nata con l'intento benemerito di combattere il degrado di un quartiere, sta crescendo e dobbiamo tenere presente ogni aspetto”.

Don Giuliano Francioli della Caritas: “se penso a una donna come Madre Teresa ricordo le sue parole: ogni goccia forma un oceano. Con poco arriviamo a molto, grazie alla compartecipazione di tutti. E queste parole si riconducono bene a questa iniziativa che ha scelto di aiutare la Caritas di sua volontà. Non importa l'entità specifica di quanto verrà donato, conta che prevalga la dimensione sociale. Tante famiglie vengono alla Caritas per pagare arretrati di affitto e bollette. Se ci sforziamo di dare sempre una risposta lo dobbiamo anche a questo tipo di sociale. Di cui beneficiano famiglie del nostro territorio”.

Dunque, banchi senza sosta dalle 10 con tanti eventi collaterali: fino alle 13 il Truccabimbi, alle 10,30 yoga sul prato per adulti a cura di Yoga & Ben-Essere, alle 11 laboratorio di trampoli a cura di Spazio Seme, alle 15,30 caffè filosofico con la presentazione del libro per bambini “Le pecore filosofe” a cura del professor Simone Zacchini e con gli interventi delle autrici Maria Luisa Petruccioli e Irene Merlini e di Fedora d’Anzeo de La Nazione e di Serena Martinelli di Filosofia per bambini, alle 16,30 yoga per bambini con il racconto morale animato “Storia di una pulce e del cane che le insegnò a saltare” a cura di Salute e Nascita e Yoga & Ben-Essere. E per tutto il giorno mostra fotografica di Elisa Modesti, concerto itinerante di Drugo One Man Band in collaborazione con l’associazione culturale Alice Club, workshop autobiografico “Gli Oggetti si raccontano” a cura di Azzurra Avvantaggiati e Lilia Mayer, ritratti dal vivo di Silvia Argilli. Saranno infine presenti i banchi della Fondazione Arezzo Wave per la vendita di vecchio materiale della manifestazione e il banchino della trasmissione televisiva Bonus Track per la vendita di strumenti musicali
.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0